8 MLIONI AI COMUNI PER L’EDILIIZA RESIDENZIALE PUBBLICA

Toscana Maria Teresa Rabotti 14 Luglio 2022 122 Nessun commento

image

Otto milioni di euro per contrastare l’emergenza casa. Con questo intervento economico, previsto da un decreto dirigenziale approvato nei giorni scorsi, la Regione Toscana sostiene l’acquisto da parte dei Comuni di alloggi destinati ad alimentare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica (erp). Il decreto – che contiene tutti gli elementi tecnici e amministrativi relativi alle caratteristiche degli immobili, alla quantificazione del prezzo e ai criteri di valutazione delle proposte – consentirà alle amministrazioni comunali interessate di acquistare appartamenti di proprietà pubblica o privata, già pronti e disponibili, vuoti, da tempo invenduti, che potranno quindi essere utilizzati dai Comuni come edilizia residenziale pubblica: con interventi analoghi, nel 2019 e nel 2021, sono stati acquistati dai Comuni 175 alloggi.

La Regione intende così intervenire con celerità per far fronte ad una domanda in forte crescita da parte delle fasce più deboli della popolazione, colpite in maniera più forte dalla crisi economica, come emerge anche dai dati sulla povertà relativa ed assoluta.

“Questi 8 milioni – ha commentato il presidente della Regione Eugenio Giani, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del bando – potranno dare una risposta significativa, attraverso l’edilizia popolare, ad una domanda in forte crescita da parte delle fasce deboli della popolazione, colpite in maniera più forte dalla crisi economica”.

L’accesso ad una abitazione a costi contenuti è spesso un fattore determinante per l’equilibrio di un nucleo familiare, come ha sottolineato l’assessora regionale al welfare Serena Spinelli: “La lunga fase di difficoltà socioeconomica che stiamo attraversando fa crescere il numero di persone in difficoltà nel sostenere i costi di un affitto e che necessitano di risposta abitativa in alloggio pubblico. Per questo è opportuno intraprendere ogni azione finalizzata a incrementare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica dei Comuni e per favorire una disponibilità di alloggi più ampia e articolata”.

“Con questo avviso pubblico – ha aggiunto Spinelli – mettiamo a disposizione risorse per l’acquisto di alloggi invenduti sul mercato, che abbiano tra le caratteristiche proprio quella di essere pronti e rapidamente disponibili per chi è in attesa di assegnazione. E’ un modo concreto di affrontare il tema del diritto alla casa, che si affianca e non sostituisce la costruzione di nuovi alloggi, che confermiamo dopo gli analoghi bandi usciti negli scorsi anni. Anche in questo caso, perché abbia l’esito che vogliamo, è importante il lavoro dei comuni toscani, chiamati ad attivarsi in modo da reperire opportunità d’acquisto sul proprio territorio”.

All’incontro con i giornalisti di oggi è intervenuto anche il direttore di Anci Toscana Simone Gheri. “Condividiamo pienamente questo importante atto”, ha detto. “E ora spingeremo le amministrazioni comunali perché facciano al meglio il lavoro di ricerca degli immobili da acquistare. Il tema del diritto alla casa è purtroppo sempre più pressante e dobbiamo mettere insieme e condividere tutte le soluzioni possibili”.

I Comuni hanno tempo fino al 31 ottobre 2022 per trasmettere alla Regione le loro proposte di acquisto.

Commenta

Video per giorno

Agosto 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate