ABUSI SU FIGLIA DELLA CONVIVENTE, OPERAIO CONDANNATO

Prato Nadia Tarantino 19 Luglio 2022 108 Nessun commento

image

Sette anni di carcere per violenza sessuale sulla figlia minorenne della convivente. E’ quanto ha deciso il tribunale di Prato al termine del processo a carico di un operaio quarantenne di nazionalità rumena residente nell’hinterland fiorentino, difeso dall’avvocato Enrico Guarducci. Sei gli episodi contestati all’imputato, tre dei quali ricostruiti con un grado di attendibilità così alto da spingere il pubblico ministero a chiedere una condanna a 8 anni di reclusione. Il primo episodio risalirebbe al 2013, l’ultimo all’estate del 2020 quando la ragazza – diciassettenne – raccontò gli abusi sessuali a cui sarebbe stata sottoposta dall’uomo con cui la madre aveva intrecciato una relazione e una convivenza. Abusi dei quali nessuno in famiglia si era mai accorto: né la madre, né il fratello. La denuncia fu un fulmine a ciel sereno. L’uomo fu arrestato e messo agli arresti domiciliari con la deroga per continuare a svolgere la sua attività lavorativa. La giovane, oggi quasi ventenne, ha riferito toccamenti e palpeggiamenti del seno e delle altri parti intime. La difesa chiese e ottenne una perizia psichiatrica che si concluse con la richiesta – non accolta – di un approfondimento per indagare meglio la personalità della ragazza che poi fu sentita dal giudice in sede di incidente probatorio. Le sue dichiarazioni, naturalmente, sono state utilizzate nel corso del processo che si è concluso con la condanna.

Commenta

Video per giorno

Agosto 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate