Al dagomari va in scena Quest for Feilong

Prato Alessandra Agrati 28 Maggio 2021 82 Nessun commento

image

L’auditorium del Dagomari trasformato in sala cinematografica per la prima di “Quest for Feilong”, il cortometraggio dalle atmosfere fantasy dedicato al tema dell’integrazione che ha visto protagonisti proprio i ragazzi dell’istituto nelle vesti di attori, tecnici, assistenti e musicisti.
“E’ stato da una parte difficile – spiega il regista Gianluca Di Stefano – dall’ altra entusiasmante e il risultato è stato un film professionale che ha avuto anche tanti riconoscimenti”.
La storia vede protagonisti un gruppo di adolescenti appartenenti a varie culture e si svolge principalmente nella Chinatown di Prato.. Ambientata ai giorni nostri, dove il vissuto di un gruppo di ‘bulli’ e di ‘bullizzati’ s’intreccia con un’antica leggenda cinese incentrata sul misterioso personaggio di Feilong, diventando l’occasione per riscoprire le radici di una cultura millenaria con le sue credenze.
“Da questa esperienza- spiega Jonathan Kabanda protagonista del corto – abbiamo imparato a lavorare in squadra è stata un’esperienza bellissima che ci ha permesso anche di conoscere il mondo del cinema non solo come attori, ma anche da dietro una macchina da presa”.
Il film ha ricevuto il Premio d’Argento al Milan Gold Awards nella categoria film di animazione è stato prodotto dall’Istituto Dagomari di Prato e ha visto i ragazzi coinvolti fin dall’inizio, attraverso una fase laboratoriale in cui hanno imparato le nozioni di base relative alle diverse fasi in cui si articola la realizzazione di un prodotto audiovisivo. Dando vita a una storia a metà tra action movie e pellicola fantasy che poggia sul tema dell’integrazione fra culture diverse.
Quest for Feilong ha vinto anche il premio per il Miglior corto Fantasy e per i Migliori Costumi grazie al lavoro dalla make-up artist Giovanna Rizzo nell’ambito del Rome International Movie Awards. È inoltre in concorso al Florence Film Awards, al Roma Short Film Festival e all’AmiCorti Film Festival di Peveragno (CN).
Finanziato dal Ministero dell’Istruzione e con il patrocinio del Comune di Prato, il corto è realizzato in collaborazione con Matteo Burioni e Siyun Shen dell’associazione “Orientiamoci in Cina” che organizza eventi per la promozione della cultura cinese in Italia e in particolare in Toscana. Per la colonna sonora realizzata da Federico Santini, docente dell’Istituto oltre ad alcuni ragazzi del Dagomari è stata coinvolta la Scuola Musicale Bruno Bartoletti di Sesto Fiorentino.
“Un progetto nato con tanto entusiasmo a fine 2019 – ha spiegato Maria Gabriella Fabbri dirigente scolastico del Dagomari – che si è bloccato durante il lockdown per poi riprendere vigore e ottenere ottimi risultati. Il primo è sicuramente l’integrazione tra i ragazzi che durante la quarantena obbligatoria hanno continuato a tenersi in contatto”
Per ora non sono previste altre proiezioni del cortometraggio, oggi era presente anche il sindaco Matteo Biffoni, che nell’ intenzione della scuola avrebbe dovuto essere lanciato con un evento cittadino. Sogno che ha dovuto fare i conti con la pandemia.

Commenta

Video per giorno

Giugno: 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate