AMMANCHI NEI CONTI DELLA CROCE D’ORO, TRE CONDANNE

Prato Nadia Tarantino 16 Ottobre 2020 70 Nessun commento

image

Tre ex dipendenti della Croce d’Oro sono stati condannati per gli ammanchi nei conti dell’associazione. Si tratta dell’ex direttore e di due dei necrofori finiti al centro di un’inchiesta del sostituto Lorenzo Boscagli scaturita dalle denunce presentate all’inizio del 2018 dalla Croce d’Oro onlus e dalla Fondazione Croce d’Oro. Tutti e tre sono comparsi davanti al giudice delle udienze preliminari che ha accolto la richiesta di patteggiamento.
L’ex direttore, accusato di truffa aggravata e appropriazione indebita aggravata, è stato condannato a un anno e 10 mesi di reclusione e al pagamento di 1.200 euro di multa, mentre gli altri due imputati, accusati solo di appropriazione indebita aggravata, sono stati condannati a un anno di reclusione e al pagamento di 400 euro di multa ciascuno (pena sospesa per tutti). L’ammontare degli ammanchi si avvicinerebbe ai 100mila euro.
La Croce d’Oro, costituita parte civile con l’avvocato Marco Barone, allontanò i tre dipendenti dopo la scoperta di ammanchi sia dai conti correnti che dai servizi delle onoranze funebri. In particolare, per i prelevamenti di diverse decine di migliaia di euro dal conto corrente della onlus e da quello della Fondazione (qualcosa meno di 70mila euro), è stato chiamato a risponderne l’ex direttore, mentre le irregolarità relative alla riscossione dei funerali – si parla di soldi versati in contanti dalle famiglie dei deceduti – sono state addebitate a tutti e tre gli imputati.
A seguire il flusso di denaro, ricostruito attraverso testimonianze, comparazioni e dati incrociati, fu la Squadra mobile.

Commenta

Video per giorno

Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate