ANTICIPA DI 24 ORE IL VIA VACCINAZIONE ASTRAZENECA A PRATO

Prato Eleonora Barbieri 9 Febbraio 2021 106 Nessun commento

image

E’ anticipato di 24 ore rispetto a quanto comunicato ieri, l’inizio della vaccinazione di massa a Prato. Si comincia già giovedì pomeriggio, 11 febbraio, anzichè venerdì. La decisione è stata presa nella tarda mattinata di oggi. Alle 14 di giovedì, quindi, si presenterà all’edificio 2 dell’ex Creaf la prima delle cento persone a cui quel giorno sarà somministrato il vaccino Astrazeneca, che arriverà in serata al Santo Stefano per un totale di 6.900 dosi sulle 15.400 che giungeranno in Toscana entro oggi, 9 febbraio.
Questo vaccino puà essere somministrato solo a chi ha meno di 55 anni. Da oggi sono aperte le prenotazioni per il personale della scuola, delle forze dell’ordine, dei servizi pubblici e delle carceri che costituiscono la cosiddetta Fase 3. Le vaccinazioni proseguiranno nei giorni successivi con numeri più grandi fino ad arrivare ad un migliaio al giorno. Molto dipenderà dal dimensionamento delle dosi a disposizione e dal personale che sarà attivato ma l’obiettivo è arrivare almeno a un migliaio di dosi al giorno. Si vaccinerà anche nel territorio provinciale utilizzando i distretti sanitari. Si comincia domenica a Carmignano e si prosegue poi toccando tutti i territori per una sessantina di vaccinazioni al giorno.
Più complessa e tutta da definire la vaccinazione degli ultraottantenni affidata ai medici di medicina generale che dovrebbe partire la prossima settimana. Il condizionale è d’obbligo perchè ci sono ancora tanti nodi logistici e tecnici da sciogliere per l’utilizzo dei vaccini Pfiser e Moderna. La vaccinazione degli ultraottantenni fa parte della Fase 1 che dovrebbe concludersi a metà marzo. Ad oggi a Prato hanno ricevuto la seconda dose di Pfizer- Moderna 3083 persone di cui 556 sono ospiti di rsa.
Solo con la fine della Fase 1 potrà iniziare la Fase 2 che in base all’aggiornamento del piano vaccinale effettuato oggi darà priorità, a prescindere dall’età, i soggetti ‘estremamente vulnerabili’, ovvero con patologie valutate come “particolarmente critiche in quanto correlate al tasso di letalità associata a Covid-19”. Si tratta di soggetti con malattie respiratorie, cardiocircolatorie, condizioni neurologiche e disabilità, diabete ed endocrinopatie severe, fibrosi cistica, patologia renale, malattie autoimmuni, malattie epatiche e cerebrovascolari, patologia oncologica, sindrome di Down, trapianto di organo solido, grave obesità. Seguono gli over-70.
Intanto la Prefettura ha convocato per domani pomeriggio una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dedicata proprio all’avvio della vaccinazione di massa. Al comitato parteciperanno il presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli, il sindaco di Prato Matteo Biffoni, i vertici delle forze dell’ordine ed il direttore dell’ospedale di Prato Daniela Matarrese. Come anticipato ieri, saranno programmati servizi di controllo per garantire la regolare erogazione del servizio e “si valuteranno, ulteriori iniziative volte ad assicurare il massimo rispetto delle misure di prevenzione, alla luce del monitoraggio sui contagi”.

Commenta

Video per giorno

Marzo: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate