BEKAERT

FIGLINE Caterina Gonnelli 4 Maggio 2021 24 Nessun commento

image

Prima un presidio davanti ai cancelli della fabbrica e poi un breve corteo fino al municipio dove è stata ricevuta una delegazione: così stamani dalle 9 a Figline Valdarno ( Firenze) i lavoratori dello stabilimento toscano della multinazionale belga Bekaert (ex stabilimento Pirelli) hanno protestato per il mancato accordo ieri sera con l’azienda al Ministero dello Sviluppo Economico( Mise). Il fallimento del tavolo porterà a 113 lettere di licenziamento per tutti i dipendenti che adesso figurano ancora in organico. Il tavolo al Mise ha sancito la fine degli ammortizzatori sociali .Intanto ,in assenza di un nuovo accordo sindacale, l’azienda rimane comunque disponibile e impegnata per favorire la reindustrializzazione del sito e il ricollocamento dei lavoratori, riservandosi di valutare nei prossimi giorni quali ulteriori azioni e interventi da porre in essere “. Mentre la Sindaca di Figline Mugnai si attiverà insieme agli altri sindaci del territorio perché si possa trovare un percorso per mettere in sicurezza tutti i lavoratori in termini occupazionali al tempo stesso, preoccupata per l’impatto urbanistico e ambientale di un sito all’abbandono, chiede attenzione alle istituzioni superiori perché ci si debba occupare anche in futuro. Per il presidente della Toscana Eugenio “davvero si è fatto di tutto, come Regione usando toni molto duri nei confronti della multinazionale belga. La partita però non finisce qui”. E punta all’inserimento di 120 operai che ne fanno parte, nel polo toscano dell’acciaio.

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate