BOOM DI VENDITE PER IL CHIANTI CLASSICO

CHIANTI Chiara Valentini 21 Maggio 2021 136 Nessun commento

image

Il 2021 è partito bene per il Chianti classico che nel primo quadrimestre ha segnato un +31%  rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le 11mila bottiglie vendute sono addirittura il 7% in più di quelle del 2019, prima della pandemia. Il calo delle vendite nell’anno del lockdown (-8%) era dovuto principalmente alla chiusura di hotel, bar, ristoranti  (che rappresenta mediamente il 40% delle vendite) e la buona notizia di quest’anno è dovuta, spiega il presidente del Consorzio, Giovanni Manetti –  alla  struttura commerciale del Chianti classico, che lo vede distribuito in 150 Paesi del mondo che in media assorbono l’80% della produzione.  Nel 2020 il mercato interno, più in difficoltà per la ristorazione chiusa da mesi, ha pesato per il 20%, siamo in crescita in Usa (che valgono il 33% delle vendite) e Canada, e registriamo un aumento sensibile delle vendite anche in Inghilterra (+3% rispetto al 2019). Ci sono poi segnali incoraggianti anche dall’Asia, Cina, Giappone Corea e Thailandia stanno facendo ordinativi importanti”. Il Consorzio Chianti classico ha inoltre previsto, a partire dal mese di giugno, una card per il turismo enogastronomico nella zona del Gallo Nero. A seconda del pacchetto scelto (37 o 50 euro) si potrà avere accesso a oltre 200 esperienze, dalle degustazioni in cantina ai picnic in vigna, alle visite a musei. Non sono andate male nemmeno le vendite dell’altro re del vino toscano, il Consorzio Chianti (diversi sono i territori di produzione). Al 30 aprile 2021 registravano un +11% rispetto allo stesso periodo 2020 e + 9% rispetto al primo quandrimestre 2019.

Commenta

Video per giorno

Agosto: 2021
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate