BUS CATALOGNA: LETTERA GENITORI ELENA MAESTRINI A MATTARELLA

Grosseto Gigliola Caridi 17 Marzo 2021 91 Nessun commento

image

«Siamo stanchi della solidarietà ipocrita e delle promesse virtuali dei politici». A pochi giorni dal quinto anniversario dell’incidente Erasmus in cui morirono 7 studentesse italiane, i genitori delle vittime non si danno pace. I genitori di Elena Maestrini, la studentessa di 21 anni di Bagno di Gavorrano, in provincia di Grosseto, rimasta vittima dell’incidente, hanno inviato una lettera aperta al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in cui emerge in modo molto chiaro la loro amarezza e delusione. “Sono trascorsi cinque anni da quel tremendo e assurdo giorno, il 20 marzo 2016, nulla è stato fatto se non tentare di insabbiare questa immane tragedia da parte sicuramente di alcuni componenti della magistratura spagnola, non escludendo il governo catalano e quello centrale, i quali sono rimasti in disparte e in silenzio. Tre tentativi di archiviazione e altrettanti ricorsi da parte dei genitori”, scrivono i genitori di Elena. Il dolore è immane, aggiungono, e la nostra ormai unica speranza, oltre a quella di fare giustizia e verità, è di provare a sensibilizzare i legislatori affinché siano emesse nuove normative in materia di sicurezza dei viaggi in autobus a tutela di tutti quei giovani che continueranno a compiere esperienze di vita grazie anche a Erasmus”.

Commenta

Video per giorno

Aprile: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate