CALDO, BOLLINO ROSSO FINO A LUNEDÌ. I CONSIGLI DELL’ESPERTO

Prato Eleonora Barbieri 1 Agosto 2020 69 Nessun commento

image

Le prossime 48 ore saranno contrassegnate ancora da caldo da bollino rosso e temperature con picchi anche superiori ai 40 gradi, ma secondo gli esperti saranno le ultime perché da martedì la situazione migliorerà decisamente per l’arrivo di due diversi fronti instabili di origine atlantica che causeranno il passaggio di forti temporali soprattutto sulle regioni settentrionali.
Vediamo dunque come affrontare al meglio questi ultimi giorni contrassegnati da un’intensa ondata di calore. Lo facciamo con l’aiuto di un esperto, il dottor Giuseppe Vannucchi, direttore dell’unità operativa Igiene degli Alimenti e della Nutrizione del dipartimento di prevenzione dell’Asl Toscana Centro. “L’ondata di calore, soprattutto se intensa e di lunga durata, mette in crisi il sistema di termoregolazione del nostro corpo fino a provocare veri e propri colpi di calore. I soggetti più a rischio sono i bambini e in particolare i neonati che non dovrebbero essere esposti alla luce solare diretta, gli anziani, chi è affetto da malattie croniche e le persone non autosufficienti. A questi aggiungiamo chi lavora all’aperto come i muratori, gli agricoltori e i cantonieri e anche chi opera al chiuso ma in mezzo a macchinari che emettono calore come gli operai tessili. In quest’ultimi casi sono stati studiati protocollo specifici per mitigare i danni dell’esposizione prolungate alle alte temperature. Per gli atleti invece consigliamo di limitare l’attività fisica e di scegliere il tramonto o, meglio, l’alba”.
Veniamo ora ai consigli per “sopravvivere” alle temperature tropicali. Anche se banali o già sentiti val la pena ripeterli: “Intanto non uscire nelle ore più calde, dalle 11 alle 18. – prosegue il dottor Vannucchi – Indossare vestiti leggeri, non aderenti, di cotone o di lino. Rinfrescare gli ambienti nelle ore notturne e la mattina presto. In questo senso il fatto che questa ondata di calore sia arrivata nella seconda parte dell’estate, ci aiuta perchè le giornate sono più corte rispetto a giugno-luglio. Durante il giorno è opportuno chiudere tutto,oscurare i vetri anche usando le tende”. Anche l’alimentazione può aiutarci a stare meglio: “O meglio – precisa l’esperto – ci aiuta a non peggiorare la situazione. E’ fondamentale bere molta acqua. Meglio evitare invece bibite zuccherine e alcolici. Porte aperte a frutta e verdure in grandi quantità. Contengono antiossidanti che mitigano i danni legati all’ozono. No a pasti pesanti ricchi di grassi e a pasti completi, dall’antipasto al dolce. Diventano una tortura per il fisico. Si invece a piatti unici. Pasta o riso con pomodoro fresco o verdure, panzanella con il cus cus al posto del pane perchè ha un indice glicemico più basso, insalatone arricchite con alimenti proteici”.
E se il malessere è inevitabile a chi bisogna rivolgersi? “La cosa migliore è chiamare il medico di famiglia che conosce bene la situazione, compresa l’eventuale assunzione di farmaci. Ricorrere al 118 ha senso solo in caso di malori o colpi di calore”.
Si tratta quindi, di tenere duro ancora pochi giorni come conferma il dottor Vannucchi: “Diamo un messaggio di speranza. Ferragosto è all’orizzonte e come diceva un detto “per Santa Maria il freddo crìa”. Mi piace chiudere questa intervista ringraziando gli operatori sanitari che oggi, 1° agosto, sono a lavoro regolarmente”. Piace anche a noi.

Commenta

Video per giorno

Agosto: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate