CORONAVIRUS, ALLA MENSA LA PIRA SOLO CESTINI DA ASPORTO

Prato Alessandra Agrati 13 Marzo 2020 66 Nessun commento

image

Cestini da asporto per gli utenti della Mensa La Pira. Già da venerdì 6 marzo è stato deciso di evitare l’assembramento all’interno dei locali mentre da oggi, 12 marzo, il pranzo viene distribuito direttamente sull’ingresso, senza neanche chiedere la tessera.
“Non potevamo fermare il servizio – ha spiegato Elena Pieralli presidente dell’associazione Giorgio La Pira – e quindi, nel rispetto delle norme, abbiamo adottato questa soluzione che ci permette anche di utilizzare meno volontari”. Nei cestini, rigorosamente divisi fra vegetariani e con carne (e in questo caso con maiale o no), oltre al panino c’è anche una bottiglia d’acqua, un frutto e un sacchetto con pizza e schiacciata. Dalla prossima settimana verranno distribuite vaschette monouso con un pranzo più sostanzioso. Da questa mattina, visto che alcuni utenti sono stati fermati dalle forze dell’ordine, vengono anche consegnati i moduli di autocertificazione.
Nuove regole anche per il dormitorio dove non viene più rispettata l’alternanza di quindici giorni. “Anche in questo caso – spiega Pieralli – abbiamo voluto salvaguardare la salute dei nostri utenti, che comunque si sono adeguati alle nuove modalità ringraziandoci per aver mantenuto il servizio”. Al dormitorio di via del Carmine attualmente dormono diciotto persone, numero che consente di mantenere le distanze previste,mentre nella palazzina di via Roma sono sei i senza fissa dimora che utilizzano le tre stanze messe a disposizione dall’amministrazione comunale. In calo anche i numeri degli utenti della mensa dove dai 145 della settimana scorsa si è passati a 108 di ieri. Chiuso anche il nuovo centro diurno in viale Borgo Valsugana per evitare assembramento.
“I numeri degli utenti – ha spiegato Luigi Biancalani assessore alle politiche sociali- erano esigui e quindi abbiamo deciso per la chiusura anche su richiesta del personale della cooperativa. Stiamo anche valutando la possibilità di fermare le attività dei centri diurni, anche qui su richiesta del personale. Una decisione che, però, potrebbe essere in contrasto con il Dpcm visto che potrebbe rientrare in un servizio essenziale”.
Anche l’associazione Stremao ha rallentato l’attività, l’ultima consegna di viveri è stata fatta questa mattina: “Abbiamo poche provviste in magazzino – dicono – ma stiamo continuando a consegnare e fino all’ultimo pacco di pasta continueremo. Stiamo consegnando anche per permettere di fare lezione ai bimbi a casa. Naturalmente non stiamo chiedendo ai nostri volontari di portare laspesa per ovvi motivi ma continueremo finché avremo scorte”.

Video per giorno

aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate