CORONAVIRUS: CELLULE UMANE ’HACKERANO’ VIRUS

Toscana Gigliola Caridi 19 Maggio 2020 55 Nessun commento

image

Le cellule umane ’hackerano’ il Sars-CoV-2, cioè riescono a danneggiarlo almeno in parte attivando uno dei meccanismi dell’immunità innata contro il virus. Lo dice uno studio dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa e dell’Ispro, in collaborazione con l’Università di Firenze. La ricerca ha evidenziato come i nostri processi cellulari siano appunto in grado di danneggiare il codice genetico del Sars-CoV-2 mediante un processo noto come “editing” dell’Rna”, un meccanismo di cui sono responsabili un gruppo di enzimi. Praticamente questi enzimi convertono alcuni componenti che causano alterazioni genetiche. Purtroppo, le mutazioni indotte non sempre riescono a danneggiare il genoma virale e possono anzi contribuire all’evoluzione del virus. I fattori fisiologici che influenzano l’efficacia del processo possono rappresentare una delle variabili che determinano la risposta individuale al virus e il loro studio potrebbe fornire indicazioni su fattori di rischio e prognostici. Nello studio la tecnica usata per calcolare la sequenza dei genomi virali, è stata sfruttata per la prima volta per identificare mutazioni a bassa frequenza, operate dagli enzimi per tentare di attuare il meccanismo di difesa. Anche se il solo pèprocesso non è in grado di contrastare l’infezione averlo individuato mette in evidenza il tallone d’Achille del virus. Tra l’altro lo sviluppo di strumenti in grado di migliorare l’efficienza di quel processo potrebbe gettare le basi per terapie precoci, con un approccio valido non solo contro il Sars-CoV-2, ma anche contro altri tipi di virus.

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate