CORONAVIRUS, CONTROLLI SULLE STRADE E NEI LOCALI

Prato Nadia Tarantino 10 Marzo 2020 81 Nessun commento

image

Controlli nelle stazioni ferroviarie, ai capolinea degli autobus pubblici e privati, alle stazioni dei taxi e lungo le strade, in prossimità sia dei principali accessi che della viabilità secondaria. Verifiche anche in bar e ristoranti per il rispetto degli orari di apertura e chiusura e delle condizioni che garantiscano la distanza di sicurezza tra una persona e l’altra. Verifiche anche su tutte quelle attività che rientrano nelle chiusure decise a livello nazioonale.
Sotto controllo tutto il territorio provinciale: lo ha deciso oggi, martedì 10 marzo, la prefettura che ha riunito per la seconda volta in poche ore il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sulle misure da mettere in campo in seguito al decereto varato ieri sera dal presidente del Consiglio.
Il prefetto Scialla ha fornito indicazioni ai vertici di polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale e vigili del fuoco presenti alla riunione insieme all’assessore alla Sicurezza del Comune di Prato.
Obiettivo principale è il monitoraggio degli spostamenti all’interno del territorio e anche in entrata e in uscita: tutti sono tenuti a provare di non essere a casa per esigenze effettive come il lavoro, motivi di salute o situazioni strettamente necessarie. Nel corso dei controlli verrà richiesta l’autocertificazione che potrà essere resa anche sul momento attraverso la compilazione di moduli che sono stati appositamente predisposti. Moduli che le pattuglie hanno nella loro disponibilità ma che possono essere scaricati anche on line. L’autocertificazione dovrà contenere solo e soltanto la verità perché ogni giustificazione sarà verificata e le false dichiarazioni sono soggette a sanzioni.
Il mancato rispetto delle disposizioni prevede conseguenze: non attenersi a quanto stabilito dal decreto governativo vale la denuncia per il reato previsto dall’articolo 650 del codice penale, e cioè ’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità’ (in questo caso per ragioni di sicurezza pubblica), illecito punito anche con l’arresto sempre che il fatto non si concretizzi in un reato più grave come i delitti colposi contro la salute pubblica.
Per quanto riguarda bar e ristoranti, il mancato rispetto dell’arco orario 6-18 e della distanza interpersonale porterà alla sospensione dell’attività.
Sotto controllo anche le medie e grandi strutture di vendita che dovranno stare chiuse nei giorni festivi e prefestivi. Aperti solo negozi di alimentari, farmacie e parafarmacie.
Verifiche anche sulla sospensione di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere, spa, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.
I cittadini sono invitati al massimo senso di responsabilità: uscire di casa solo se non è possibile farne a meno, limitare il più possibile i contatti sociali e evitare i luoghi affollati.

Commenta

Video per giorno

aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate