Coronavirus, Silli a distretto: “E’momento di unire forze”

Prato Eleonora Barbieri 23 Marzo 2020 55 Nessun commento

image

“Sarà un periodo di lacrime e sangue ma se riusciremo a gestirlo in modo intelligente ne usciremo”. Da profondo conoscitore del distretto tessile l’onorevole Giorgio Silli sa benissimo che il cuore pulsante dell’economia locale subirà un bruttissimo colpo dall’emergenza mondiale del Covid 19, reso ancora più pesante dalla chiusura delle attività imposte dal governo, ma a suo avviso c’è un modo per limitare i danni e ripartire prima possibile.
E’ una strada pressoché sconosciuta agli imprenditori pratesi, da sempre estremamente individualisti, ma per Silli è l’unica che permetterebbe di evitare con poca benzina in un tunnel di cui non si conoscono lunghezza e insidie. Unire le forze per attenuare i costi e accedere ad aiuti e finanziamenti altrimenti inaccessibili. E’ questo “il modo intelligente” a cui fa riferimento il deputato di Cambiamo!. “E’ ovvio che per le micro imprese sarà molto più difficile uscirne rispetto alle medio-grandi. – afferma Silli – Ecco perché questo è il momento giusto per federare, unire, consorziare, raccogliere in dei contenitori più grandi tante piccole imprese. E’ l’unico modo per affrontare meglio questo periodo buio che abbiamo davanti a noi. Ci sono delle linee di finanziamento governativo per distretti in crisi non legate al Covid 19, ma sono riservate alle grandi aziende. Già tempo fa proposi al distretto 20 milioni di euro per le filature ma per accedere a tali risorse ci sarebbe stata necessità di unirsi. Ora non c’è più tempo o margine di manovra per poter scegliere. Una volta che sarà finita l’emergenza sanitaria dovremo guardare al futuro senza illudersi, sapendo che ci sarà da lavorare più di prima. Cosa che non spaventa affatto il pratese, ma è importante arrivare in piedi al momento della ripartenza”.
Silli è stato il primo a presentare un’interrogazione parlamentare sul Coronavirus. Era l’ormai lontano 18 gennaio, oltre due mesi fa, quando la maggior parte delle persone ignorava quello che sarebbe accaduto poi e gli occhi di tutta Italia erano puntati su Prato, vista come città focolaio per la massiccia presenza di cinesi provenienti dalla seconda provincia più infetta della Cina. La geografia della diffusione del virus, ha seguito altri canali ma secondo Silli è stata determinante la sottovalutazione del problema: “Purtroppo si è minimizzato a oltranza e ora ci si trova a dover portare avanti qualcosa di eclatante. Lo dico senza polemica perché ora non è il momento. Non condivido tempi e modi delle decisioni del premier Conte, ma sicuramente c’è la necessità di ridurre al massimo gli spostamenti delle persone. Le lavorazioni tessili non si possono chiudere da un giorno a un altro. Sono contento che sia stato concesso qualche giorno in più e guardo con favore anche al sindaco Biffoni che il giorno prima aveva detto chiudiamo tutto e poi si è reso conto, parlando con gli imprenditori, che c’era bisogno di più tempo. Bene ha fatto a scrivere al presidente del Consiglio per chiedere una proroga. I tempi di questa crisi sono tutti sbagliati, da gennaio a oggi, adesso però siamo in questa situazione e dobbiamo uscirne presto e tutti insieme”.
Il deputato pratese ha provato sulla sua pelle la paura di essere contagiato da questo terribile virus per essere stato accanto a un collega risultato positivo. Ha trascorso un periodo di isolamento a Roma come richiesto dai sanitari e ora ha la certezza di stare bene. E’ tornato a Prato pronto a mettersi a disposizione della città: “Durante la quarantena ho consultato i miei contatti internazionali per riuscire ad avere aiuti in termini di mascherine, respiratori e test. Ho cercato il sindaco nei giorni scorsi ma non sono riuscito a parlarci perché probabilmente avrà molto da fare come il suo capo di gabinetto. Sarà mia cura ricontattarlo nei prossimi giorni per mettere a disposizione della città questo materiale”.

Commenta

Video per giorno

marzo: 2020
L M M G V S D
« Feb    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate