E’ morto Roberto Bechi, storico imprenditore tessile pratese

Prato Claudio Vannacci 1 Marzo 2024 119 Nessun commento

image

Si è spento ieri Roberto Bechi, storico imprenditore tessile pratese, titolare del lanificio che portava il suo nome. Classe 1934, Bechi è stato un socio particolarmente attivo e stimato dell’Unione Industriale Pratese, oggi Confindustria Toscana Nord. Ha ricoperto molteplici incarichi associativi, culminati nei ripetuti incarichi alla vicepresidenza dell’Unione. Ha svolto infatti tale funzione per sei mandati consecutivi dal 1980 al 1992 con le presidenze di Antonio Lucchesi, Romano Lenzi e Marco Capponcelli e nuovamente nel 1996-1997 con la presidenza di Paolo Sarti. Grande esperto di tematiche sindacali, le sue deleghe vertevano costantemente su questa specifica area dell’attività aziendale. Nelle relazioni industriali la sua competenza era riconosciuta anche a livello nazionale, tanto da ricoprire un ruolo attivo, in più occasioni, nelle trattative e sottoscrizioni di contratti collettivi nazionali del lavoro per il settore tessile. Nell’ambito associativo pratese Roberto Bechi è stato attivo anche riguardo ai servizi alle imprese, e segnatamente a quelli legati all’amministrazione del personale, arrivando alla presidenza di Cedi Serin, oggi società Saperi.

Le sue esequie si svolgeranno a Firenze, dove viveva, nella chiesa del Romito domani sabato 2 marzo alle ore 11. Il presidente Daniele Matteini, la presidenza tutta e l’intero corpo sociale di Confindustria Toscana Nord esprimono il loro più profondo cordoglio per la scomparsa di un uomo che ha dato molto all’industria pratese, rappresentandone gli interessi con competenza ed efficacia.

Commenta