EDILIZIA IN RIPRESA: AUMENTANO LE ORE LAVORATE

Prato Alessandra Agrati 3 Febbraio 2021 81 Nessun commento

image

Timidi segnali di ripresa per l’edilizia pratese: nel 2020 crescono del 9% le ore lavorate, dell’11% la “massa salariale, cioè gli stipendi pagati ai dipendenti.
I dati, che si riferiscono ai 12 mesi calcolati da novembre 2019, sono della cassa edile provinciale che, evidenzia anche un aumento dell’1,3% dei lavoratori iscritti a fronte di una diminuzione del 4,7% delle aziendeche in totale risultano 327. Sono prevalentemente artigiane con pochi dipendenti, a cui si affianca un numero abbastanza ristretto di grandi imprese, strutturate.
“Dati che indicano piccoli movimenti in un settore che è in crisi da anni – spiega Enrico Menici Cisl Filca – resta alta l’attenzione verso la sicurezza sul lavoro, purtroppo è stato interrotto un tavolo presieduto dal prefetto a cui partecipavano tutti gli attori della filiera, la cui convocazione è ancora più doverosa nell’ottica dell’avvio dei lavori di importanti strutture. Ci preoccupa anche l’arrivo di molte aziende da fuori regione che lavorano a prezzi molto ribassati”.
Segnali di ripresa del mercato che sono registrati anche da Confartigianato. “Un andamento che ha registrato una ripartenza a partire da giugno – spiega Michele Vuolato responsabile delle categorie – per quanto riguarda le nostre aziende la spinta probabilmente non arriverà dal 110% ma da interventi meno complicati anche dal punto di vista degli adempimenti”.
Oltre al super bonus, il prossimo condominio in partenza vede la collaborazione di Estra, si aspetta anche l’inizio dei grandi cantieri: dalle infrastrutture, alla palazzina dell’ospedale. Le imprese più strutturate, però, sono preoccupate per la gestione degli appalti che in Toscana prevede o la modalità del sorteggio o quella della gara libera. “Gli appalti pubblici – spiega Alessandro Cafissi presidente di Ance Toscana Nord – per ora a Prato sono fermi, ma a breve la situazione si dovrebbe sbloccare, per questo abbiamo chiesto alla Regione di rivedere i criteri dell’affido degli appalti con un’attenzione alle aziende del territorio. In una delle ultime gare indette hanno partecipato 365 imprese, alcune , nonostante venissero da lontano, hanno raggiunto anche un ribasso del 28%”.
Attenzione anche da parte del sindacato: “Sull’ampliamento del Santo Stefano – conclude Menici – vigileremo con attenzione, chiediamo comunque di essere maggiormente coinvolti nella pianificazione dei lavori pubblici”.

Commenta

Video per giorno

Febbraio: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate