FOGLIO DI VIA AI SI COBAS, TAR BOCCIA IL QUESTORE

Prato Nadia Tarantino 26 Febbraio 2020 35 Nessun commento

image

Nessun profilo di pericolosità sociale, nessun presupposto che dimostri l’attitudine e l’abitudine ad attività delinquenziali, nessuna pezza di appoggio, insomma, per inserire Luca Toscano e Sarah Caudiero, leader di Si Cobas, nell’elenco delle persone che devono stare lontane da Prato. Il Tar ha bocciato il foglio di via, firmato dal questore Alessio Cesareo, notificato lo scorso 27 maggio ai due sindacalisti impegnati nella difesa dei lavoratori stranieri. La sentenza è arrivata oggi, mercoledì 26 febbraio, a pochi giorni dal pronunciamento del Consiglio di Stato che aveva confermato la sospensiva dell’efficacia del foglio di via contro la quale la questura aveva presentato ricorso. Luca Toscano e Sarah Caudiero, assistiti dall’avvocato Letizia Bertolucci, hanno vinto la loro battaglia. A differenza di quanto chiedeva la questura (condannata a pagare tremila euro di spese processuali) , non dovranno né comunicare né giustificare la loro presenza a Prato.
Mettendo in fila una serie di motivi a sostegno della richiesta di annullare il foglio di via, non ultimo ’l’arbitraria compressione dell’attività sindacale”, i Si Cobas hanno lamentato “violazione di legge ed eccesso di potere”, e le ragioni del questore per motivare il provvedimento non hanno convinto il tribunale amministrativo.
L’unico fatto circostanziato finito nelle carte del Tar è quello del 15 aprile 2019 in via Gestri quando ci fu una manifestazione dei lavoratori davanti ad un’azienda cinese che richiamò diverse pattuglie della polizia. Una protesta che – e i due Si Cobas lo hanno fatto notare – portò ad un accordo sindacale che riconobbe le pretese dei manifestanti. “Detto episodio – scrive il Tar – costituisce l’unico specificatamente indicato e, comunque, è insufficiente a motivare la misura”.
Altro punto su cui il Tar è stato chiamato a valutare la sussistenza del foglio di via, è stato quello legato alla “illogicità e contradditorietà” lamentata da Toscano e Caudiero, perché da una parte sono stati qualificati come soggetti pericolosi e dall’altra è stata concessa la possibilità di esercitare a Prato l’attività sindacale, “quella stessa attività richiamata a fondamento della misura applicata con riferimento alla manifestazione in via Gestri”.
“La misura del foglio di via – si legge nella sentenza – desta perplessità perché i due sindacalisti mettono le proprie energie vitali a disposizione non di attività costituenti reato quanto all’attività sindacale che non per questo è esente dall’applicazione di misure di prevenzione ma la valutazione della pericolosità deve essere oggetto di un accertamento particolarmente approfondito”. Quanto alle segnalazioni a carico dei due Si Cobas inviate all’autorità giudiziaria da parte delle forze dell’ordine – molte relative all’inosservanza del foglio di via, per l’appunto – il tribunale amministrativo ha evidenziato che “non solo non risulta una condanna ma nemmeno un rinvio a giudizio”.

Commenta

Video per giorno

Aprile: 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate