FRODE FISCALE, PROCURA EUROPEA VENEZIA ARRIVA A PRATO

Prato Nadia Tarantino 10 Maggio 2022 72 Nessun commento

image

Anche Prato al centro dell’inchiesta della procura europea di Venezia su un sistema che, attraverso un consistente flusso di fatture intestate ad ‘aziende cartiere’, avrebbe consentito di registrare operazioni inesistenti per un imponibile di 39 milioni di euro con il conseguente recupero di 8 milioni e mezzo. Le indagini della guardia di finanza di Venezia e di Padova hanno svelato il meccanismo che, partendo dal Veneto, si estendeva ad altre zone, su tutte le province di Prato e di Milano. Qui, gli investigatori hanno rintracciato imprenditori cinesi a capo di ditte fasulle prive di strutture, di operatività, con amministratori irreperibili e con grossi debiti nei confronti del fisco.
Dalle prime ore di oggi, martedì 10 maggio, i finanzieri stanno dando corso ad un decreto di sequestro preventivo – valore 8 milioni e mezzo – emesso dal tribunale di Padova: la cifra è, secondo l’inchiesta, l’ammontare dell’Iva generata tra il 2016 e il 2020 dal grosso giro di fatture per operazioni inesistenti. Destinatari del decreto di sequestro sono imprese gestite da cinesi che opererebbero nel Centro ingrosso Cina di Padova.
L’intervento di oggi fa seguito ad un precedente sequestro di 500mila euro in contanti che il Nucleo di polizia economico-finanziaria di Venezia ha compiuto, su ordine della procura europea, nei confronti di un imprenditore cinese coinvolto nella stessa inchiesta.
L’imponente frode fiscale sarebbe stata ideata e realizzata da imprenditori cinesi attivi nel settore dell’import, della distribuzione e della vendita di capi di abbigliamento provenienti dall’estero.
Gli imprenditori attivi a Prato e a Milano avrebbero contatti con società in Grecia, Slovenia e Ungheria e questo ha impegnato ulteriormente gli investigatori nella ricostruzione del flusso delle fatture. Le analisi della contabilità hanno poi consentito di appurare che i fornitori emettevano fatture per quantità di merce maggiore a quella acquistata. Il complesso sistema avrebbe consentito agli imprenditori di creare liquidità da inviare in Cina.

Commenta

Video per giorno

Maggio 2022
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate