IN 400 IN PIAZZA PER CHIEDERE AULE PER LIVI BRUNELLESCHI

Prato Alessandra Agrati 14 Maggio 2021 170 Nessun commento

image

Si sono dati appuntamento, questo pomeriggio 14 maggio, in piazza delle Carceri per chiedere alla Provincia spazi definitivi e sufficienti per i licei Livi e Brunelleschi. In 400 fra insegnanti, studenti e genitori alle 17 hanno iniziato una manifestazione, nel rispetto delle norme anticovid, scandendo lo slogan “Provincia ci siamo anche noi”. Il problema degli spazi per le due scuole è ormai cronico, ma il prossimo anno rischia di essere ancora più tragico: all’appello mancano 18 aule, se il Comune non rinnova la convenzione per il Rodarino, oppure nella migliore delle ipotesi 8. “Chiediamo di poter lavorare e studiare in condizioni dignitose – spiega Stefano Nigro docente di lingue al Livi – tutti gli spazi a disposizione, dai laboratori, alla biblioteca fino all’aula magna sono stati utilizzati per fare lezione. Abbiamo diritto ad avere spazi comuni, come tutte le altre scuole, ma anche un’unica sede dove riunire tutti gli studenti”. Gli alunni del Livi si dividono fra due sedi, il Rodarino, in via Galcianese e la sede storica in via Livi, mentre quelli del Brunelleschi ruotano su quattro plessi: Marconcino, ex Caserma dei Vigili del fuoco, Sede centrale a Montemurlo e succursale al secondo piano del distretto sanitario. “E’ una situazione disagevole – spiega Davide Malucchi rappresentate d’istituto al Brunelleschi – soprattutto per il biennio che in pratica non ha una scuola, capita anche di sbagliare sede, visto che nella stessa giornata dobbiamo continuamente muoverci”. Anche al Livi i ragazzi sono esasperati: “Chi ha lezione al Rodarino – spiega Laura Brunetti – per fare educazione fisica si deve spostare in via Marini, i tempi sono contingentati, è una storia che va avanti da anni”.
Anche i genitori sul piede di guerra, reputano infatti la Provincia incapace di programmare gli spazi di due scuole che sono in costante crescita: “Il problema degli spazi – racconta Angela Carpino madre di un alunno del Livi – va avanti da quando c’era mia figlia maggiore che adesso frequenta il secondo anno di università. Con suo fratello mi ritrovo gli stessi problemi, la Provincia ogni anno mette una pezza, ma non riesce a trovare una soluzione definitiva”.
Intanto, proprio oggi, giorno in cui era stata annunciata la manifestazione, è stato pubblicato sul sito della Provincia un avviso pubblico “finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse per la cessione in locazione di un immobile da destinarsi a scuola secondaria di secondo grado per gli istituti di competenza provinciale. Servono gli spazi per collocare almeno dieci classi, oltre agli spazi accessori come sala professori, un ambiente da adibire alle attività di sostegno, uno per l’infermeria e altri per varie necessità. Il contratto di locazione potrà riguardare sia un singolo edificio di circa 1100-1200 metri quadrati, oppure due immobili, tra i 650 e i 700 mq, considerando la superficie lorda e al netto delle aree esterne, che ospitano ciascuno cinque classi, oltre agli spazi accessori”.

Commenta

Video per giorno

Agosto: 2021
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate