INDOTTO HITACHI: SINDACATI CHIEDONO STESSI DIRITTI PER TUTTI

Pistoia Patrizio Ceccarelli 15 Dicembre 2020 115 Nessun commento

image

Applicazione del contratto collettivo nazionale metalmeccanici per tutti i lavoratori diretti e indiretti delle aziende dell’indotto che operano all’interno dello stabilimento Hitachi Rail Italy di Pistoia. A chiederlo sono le segreterie provinciali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uglm. Secondo i tre sindacati, che stamani hanno tenuto una conferenza stampa davanti ai cancelli dell’azienda produttrice di treni, i contratti formulati tra Hitachi Rail e le aziende dell’incentrato (indotto, ndr) devono prevedere per i lavoratori di queste ultime, che prestano la loro opera all’interno di Hitachi, diritti uguali a quelli dei lavoratori dell’azienda principale, sia per quanto riguarda il salario, sia per quanto riguarda le prestazioni accessorie, come la mensa.
“E’ un problema – spiega Paolo Mattii, segretario provinciale di Fiom Cgil – che abbiamo denunciato ormai da tempo, anche con la presentazione del nostro protocollo. Ci sono lavoratori impiegati all’interno dello stesso stabilimento, ma con trattamento e condizioni sostanzialmente diverse. Il nostro obbiettivo è di provare a uniformarle, anche se non completamente, ossia stesso lavoro, stesse condizioni”.
“Quello che manca ai lavoratori dell’indotto – spiega Jury Citera, segretario Fim-Cisl Toscana Nord – è principalmente il rispetto della persona, perché purtroppo ci sono ancora molte aziende che operano all’interno dello stabilimento Hitachi, che addirittura non applicano il contratto metalmeccanico, pur lavorando nella metalmeccanica, quindi c’è un dumping contrattuale importante e quello che noi chiediamo con forza è che tutti i lavoratori che la mattina varcano il cancello per andare a lavorare nello stabilimento Hitachi siano trattati nel solito modo”. “Noi un anno fa abbiamo presentato a Hitachi una piattaforma – afferma Tiziano Fabbri segretario provinciale Uglm – dove chiediamo gli stessi diritti dei dipendenti Hitachi anche per i lavoratori dell’indotto, che sono circa 500, e dall’azienda vogliamo risposte”.

Commenta

Video per giorno

Gennaio: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate