LE RSA PRATESI SONO PRONTE A RIAPRIRE LE VISITE IN PRESENZA

Prato Alessandra Agrati 6 Maggio 2021 11 Nessun commento

image

Gli anziani ospiti delle Rsa potranno tornare a incontrare i familiari, superando anche la barriera della stanza degli abbracci o quella di un cancello. I tempi sono brevi, si aspetta solo la direttiva del presidente Giani, dopo che si sarà conclusa la Conferenza delle Regioni. Probabilmente l’accesso sarà regolato dal green pass, cioè la certificazione del vaccino nella doppia dose oppure quella della negativizzazione e infine, ma su questo aspetto ci sono meno certezze, il tampone negativo fatto nell’arco delle 48 ore.
Ciascuna struttura elaborerà come sempre un proprio protocollo, restano in vigore le norme generali anticovid, che poi sarà valutato dalla Casa della Salute.
Intanto i gestori iniziano a muoversi e a organizzare un ritorno alla normalità.
I familiari degli ospiti di Casa Serena sono stati avvisati tramite mail della possibilità di tornare a fare visita ai propri parenti tramite prenotazione. Nei prossimi giorni sarà preparato una sorta di calendario degli appuntamenti per evitare l’affollamento. Tutti i colloqui avverranno in giardino un ospite per volta alla presenza al massimo di due parenti separati da un tavolino e con la distanza di almeno 2 metri. Ogni incontro dura in media 20 minuti. “Siamo felici di ritornare a programmare le visite – spiega Antonio Sferrino direttore della struttura – ce lo chiedevano da tempo i nostri ospiti e noi ci siamo presi la responsabilità della scelta, ovviamente nel rispetto di tutte le norme”.
In attesa delle linee guida a Casa di Marta resta la stanza degli abbracci ma per gli allettati una volta alla settimana sono consentite le visite in camera, naturalmente una persona per volta, con tutte le protezioni personali.
Ancora da decidere l’organizzazione a Villa Niccolini ma sicuramente resteranno le videochiamate tramite smartphone e tablet. “Aspettiamo di avere dalla Regione indicazioni più precise – spiega Aurora Figlini – ma abbiamo visto che le videochiamate sono molto apprezzate da alcuni nostri ospiti perchè riescono ad avere uno spaccato della vita fuori dalla struttura. Ad esempio vedono i nipotini fare i compiti o giocare con un nuovo giocattolo, tutto ciò non è possibile in presenza. Quindi manterremmo le due modalità.”
C’è invece una data, l’ultima settimana di maggio per il Pio Istituto S. Caterina dè Ricci, la Rsa San Francesco e la Luisa e Livio Camozzi gestite dalla Cooperativa Sarah. Gli incontri avverranno esclusivamente in giardino e saranno contingentati anche per permettere tra una visita e l’altra la sanificazione delel seggiole. Da lunedì, invece, riprende il servizio del parrucchiere e del podologo.
Nessuna novità, ma solo preparativi alla Rsa Santa Maria della Pietà gestita da Opera 22 . Per ora gli incontri avvengono ancora dietro ad un vetro, mentre si inizia a organizzare quelli all’ interno della corte, passando da via Capponi proprio per evitare di entrare nella struttura, dove l’ingresso rimane vietato a parenti e amici. “Speriamo – spiega la responsabile Maura Sabbatini – che i tempi della burocrazia non siano troppo lunghi, ma anche che la stagioni diventi più clemente, nonostante l’esibizione del certificato vaccinale o della avvenuta negativizzazione sfrutteremo solo gli spazi esterni e chiederemo ai visitatori di indossare la mascherina Ffp2 mentre agli ospiti faremo indossare la visiera”.

Commenta

Video per giorno

Giugno: 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate