LETTERE E RACCOMANDATE PARCHEGGIATE NEI DEPOSITI DELLE POSTE

Toscana Gigliola Caridi 5 Febbraio 2022 142 Nessun commento

image

Diventa sempre più insostenibile la situazione dei disservizi postali in Toscana. Migliaia di chili di posta giacente nei depositi, raccomandate e bollette comprese. Il tutto per carenza di personale. Lo denunciano i sindacati che calcolano più o meno 2mila chili per ogni capoluogo di provincia e 3mila a Firenze. Ai vuoti organici, spiegano, si sommano quelli per covid per via di dipendenti positivi o in quarantena. Entro marzo, secondo quanto reso noto dai sindacati, saranno assunti in Toscana 62 portalettere ex precari a tempo indeterminato, 32 ad Arezzo, 19 a Siena, 10 a Livorno, 1 a Grosseto, ma questi numeri, dicono, sono ancora nettamente insufficienti. Intanto è partita una trattiva a livello nazionale sul tema degli organici per cercare un accordo che produca nuove assunzioni, passaggi di portalettere alla sportelleria, la possibilità di trasformare il contratto da part-time a full-time e stabilizzazioni sul recapito, in modo da diminuire il ricorso al precariato e favorire l’occupazione stabile. Anche in Toscana nei prossimi giorni partirà una trattativa sul tema degli organici, per evidenziare le criticità in tutte le divisioni aziendali.

Commenta

Video per giorno

Novembre 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate