LUNGOBISENZIO, SI SPERA NELLA RIAPERTURA IL 16 OTTOBRE

Prato Nadia Tarantino 27 Settembre 2021 59 Nessun commento

image

16 ottobre, forse. E’ questa la data che potrebbe segnare la riapertura, dopo quasi quattro anni, dello stadio Lungobisenzio. Il Prato, fino ad allora, dovrà continuare a giocare le partite casalinghe al Torrini di Sesto Fiorentino e intanto sperare che la richiesta di agibilità che sarà presentata entro pochi giorni alla Commissione di pubblico spettacolo vada, per restare in tema, in gol. I presupposti ci sono: il terreno di gioco è in buone condizioni, gli spogliatoi e gli altri locali sono stati sistemati, gli impianti sono funzionanti. A due mesi dall’ultima volta, oggi, lunedì 27 settembre, le Commissioni consiliari 3 e 5 sono tornate in via Firenze per verificare l’avanzamento dei lavori e hanno trovato uno stadio quasi irriconoscibile. “A giorni – hanno spiegato i tecnici del Comune – l’Ac Prato, che già sta lavorando con i nostri uffici, presenterà la domanda di agibilità e, salvo intoppi, potrà tornare a giocare in casa entro poche settimane”. Una ventina di giorni, più o meno metà ottobre, sempre che non rappresenti un ostacolo il fatto che la tribuna al momento è chiusa; così come è, infatti, non può essere utilizzata perché serve una nuova copertura che però non sarà completata prima del prossimo anno. La soluzione provvisoria è già stata individuata: una tribuna mobile da una cinquantina di posti, da comprare oppure noleggiare. Quando i lavori saranno completati e dunque anche la tribuna sarà disponibile, il Comune avrà speso 360mila euro e la città tornerà ad avere il suo stadio. “Ancora qualche ritocco e poi il contenitore sarà pronto – il commento dell’assessore allo Sport, Luca Vannucci – un contenitore di qualità per il quale è necessario prevedere una progettualità più ampia in modo da ottimizzare i costi di mantenimento”. Vannucci ha parlato di eventi e spettacoli richiamando il Lungobisenzio dei decenni passati quando oltre al calcio c’erano, per esempio, i grandi concerti (basti ricordare Vasco Rossi e i The Cure, straordinaria doppietta dell’estate 1989).
Ora però c’è da pensare a consegnare le chiavi dell’impianto all’Ac Prato e al suo presidente, Stefano Commini: “Obiettivo di tutti è riaprire quanto prima – ancora Vannucci – rispetto a due mesi fa sono stati fatti passi da gigante e possiamo dire che siamo sulla strada giusta. Voglio ricordare che quattro anni di chiusura hanno prodotto un forte peggioramento delle condizioni della struttura che, ad un certo punto, si è trasformata in una situazione indecorosa”. Se i tempi della riapertura dovessero slittare, il Prato potrebbe battere cassa al Comune e chiedere il rimborso delle spese sostenute per giocare le partite casalinghe su altri campi: “Abbiamo sempre detto che fino a tutto settembre questo impianto non sarebbe stato utilizzabile – hanno spiegato i tecnici comunali – ora siamo alle battute finali e ormai nella condizione di consegnare il Lungobisenzio al gestore. Poi dovrà arrivare l’agibilità e subito dopo si potrà ricominciare a giocare”. Dita incrociate.

Commenta

Video per giorno

Ottobre: 2021
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate