MIGLIAIA DI AZIENDE CHIEDONO DI CONTINUARE LA PRODUZIONE

Firenze Chiara Valentini 26 Marzo 2020 45 Nessun commento

image

Sono migliaia le richieste di deroga arrivate negli uffici della prefettura di Firenze da parte di aziende che non rientrano nell’elenco di quelle considerate essenziali da decreto governativo (e che quindi non hanno bisogno di comunicare niente) ma che chiedono di non interrompere la produzione  per vari motivi. Secondo la camera di commercio quelle essenziali nell’area metropolitana sono 41.125 con 178.529 addetti. Duemila quelle che hanno presentato richiesta di deroga perchè comunque fanno parte di filiere produttive strategiche, o in fase di riconversione alla produzione di dispositivi di protezione individuale per evitare il contagio da Coronavirus. In tutto in Toscana le prime stime  calcolate all’indomani del 22 marzo indicavano una prosecuzione dell’attività per “163mila imprese essenziali su circa 350mila attive” al netto delle deroghe concesse dalle Prefetture competenti (dati Irpet) Le ultime modifiche apportate alla lista dei codici Ateco, dopo l’intesa di ieri fra governo e sindacati, dovrebbero cambiare in misura marginale i numeri delle imprese attive.    Per quanto riguarda le domande di prosecuzione dell’attività che le aziende da lunedì scorso stanno inviando alle Prefetture competenti, i primi riscontri ancora parziali indicano 600 richieste a Lucca, 500 ad Arezzo, 300 a Prato e 100 a Pistoia, ma in tutte le Prefetture stanno arrivando richieste. Il totale delle richieste di deroga in tutta la Toscana dovrebbe quindi al momento superare quota 4mila.

Commenta

Video per giorno

aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate