MIGRANTI VICOFARO, DIFFICILE RICOLLOCARLI IN ALTRE STRUTTURE

Pistoia Patrizio Ceccarelli 9 Novembre 2020 80 Nessun commento

image

Sulla ricollocazione dei migranti di Vicofaro a Pistoia “chiediamo con forza che venga rispettato l’accordo preso ad ottobre in Regione”. E’ quanto scrive in una nota il sindacato pensionati Spi Cgil, intervenendo sulla situazione che si è venuta a creare per i migranti ospiti del centro di accoglienza di Vicofaro a Pistoia, gestito da don Massimo Biancalani. Migranti, evidenzia lo Spi Cgil, che finita la quarantena, “a Vicofaro non possono stare e, a Montecatini non ce li vogliono”. Da qui la richiesta al sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi, affinché si attivi con “iniziative costruttive” e “inizi a collaborare con tutti gli altri soggetti impegnati nella ricerca di una soluzione dignitosa per quelle persone che, seppur in condizioni di grande precarietà, avevano trovato a Vicofaro un luogo di accoglienza”.
Trovare altre soluzioni è molto difficile, perché non è solo Montecatini a dire di non volere i migranti, ma anche i piccoli paesi della collina e della montagna pistoiese. A Lucciano, una frazione di Quarrata, sulle colline del Montalbano, popolata in prevalenza da anziani, i residenti hanno detto no all’utilizzo dell’ex asilo per l’accoglienza degli ospiti di Vicofaro. Lo stesso è avvenuto anche sulla montagna pistoiese. Soluzione quest’ultima non proponibile, anche secondo don Biancalani.

Commenta

Video per giorno

Novembre: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate