MUTUO CASA, QUANTO HA INCISO L’EMERGENZA SANITARIA 2020

Prato Nadia Tarantino 4 Marzo 2021 83 Nessun commento

image

Meno erogazioni di mutui per l’acquisto della casa. Insieme a Lucca, Massa Carrara e Pisa, Prato è stata la provincia che nel terzo trimestre 2020 ha registrato il segno meno per quanto riguarda i finanziamenti concessi alle famiglie per acquistare un’abitazione. Rispetto allo stesso periodo del 2019, la variazione è stata di -4,3 per cento che, tradotto in euro, significa una erogazione di 62 milioni 300mila euro. Segno negativo abbinato ad una performance positiva tra gennaio e settembre 2020: +2,8 per cento, l’equivalente di 211 milioni di euro concessi per comprare casa.
La rilevazione è stata fatta dall’Ufficio studi del gruppo Tecnocasa che ha analizzato nel dettaglio l’andamento dei finanziamenti destinati al mercato immobiliare concessi dalle banche tra luglio e settembre 2020.
Complessivamente, le famiglie toscane hanno ricevuto mutui per 835 milioni di euro, cifra che colloca la Toscana al sesto posto in Italia per totale erogato con una crescita del 2 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno prima e cioè circa 16 milioni in più. Tra gennaio e settembre la crescita è stata del 5,8 per cento su base regionale. Le province toscane hanno registrato una situazione di alti e bassi, di crescite e di diminuzioni: Prato ha tenuto se si guarda ai primi 9 mesi e anzi i mutui sono aumentati, mentre se si concentra l’attenzione solo al perimetro del terzo trimestre, si assiste ad un calo di oltre il 4 per cento. Pisa, Massa Carrara e Lucca hanno registrato cali più importanti, mentre le altre hanno aumentato sul terzo trimestre e solo qualcuna ha messo il segno meno al complessivo dei primi nove mesi.
In media l’importo di mutuo erogato è stato di 121mila euro, più alto della media precedente che era di 116mila. La Toscana si conferma tra le regioni più generose: mediamente, chi ha sottoscritto un mutuo, è stato finanziato per circa il 7 per cento in più rispetto a quanto hanno ricevuto i cittadini che hanno bussato alle banche in altre regioni.
L’emergenza sanitaria non ha rappresentato più di tanto un freno per il mercato immobiliare: le famiglie, nonostante tutto, hanno speso per il mattone approfittando di tassi di interesse tenuti bassi dalla Bce proprio per agevolare l’accesso al credito e dare respiro al comparto.

Commenta

Video per giorno

Aprile: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate