NARDELLA, GRAVE SE TOSCANA NON GIALLA SCELTA POLITICA

Firenze Gigliola Caridi 14 Dicembre 2020 131 Nessun commento

image

“Sarebbe grave se fosse una scelta politica il mancato passaggio della Toscana in fascia gialla. Ci sono dei criteri, condivisi dalle Regioni e bisogna capire il motivo per cui la Toscana, da un punto di vista tecnico, non è riuscita a raggiungere quei livelli per tornare in giallo. Spero ci sia al più presto un chiarimento tra il Governo e la Regione, è opportuno che Speranza e Giani si sentano: bisogna collaborare e evitare incertezze e polemiche”.Così il sindaco di Firenze Dario Nardella. Sul tema dei controlli il primo cittadino di Firenze ha detto “se per uscire dall’emergenza dobbiamo restringere alcune regole, facciamolo. A Firenze abbiamo intensificato con polizia municipale” e forze dell’ordine, “i controlli agli ingressi delle città, è quello che faremo sempre di più. Ma ci deve essere collaborazione anche da parte delle persone”. Secondo Nardella “Tra le persone c’è molta stanchezza: il Governo deve dare un colpo di reni, deve essere più autorevole, come lo è stato all’inizio dell’emergenza. Si sta invece un po’ sfilacciando”. “Il Governo ha due strade: o continua a mantenere le mezze misure, sapendo però che rischiano di essere pericolosissime, oppure sceglie una strada più rigorosa come ha deciso di fare la cancelliera Merkel. In questo secondo caso, che mi sembra più opportuno visto che prima usciamo dalla crisi sanitaria e prima possiamo affrontare quella economica, il Governo deve assumere delle misure forti sul piano economico. I ristori sono misure necessarie ma non sufficienti”. Il sindaco ha ribadito che Angela Merkel “ha fissato una percentuale rispetto ai fatturati 2019, questo bisogna fare in modo incisivo e massiccio altrimenti si crea uno scollamento tra economia che soffre e il Paese che è spaventato dal ritorno del contagio: non possiamo permettercelo. Se il Governo, come credo, deciderà di inasprire le regole allo stesso tempo deve dare messaggi e strumenti economici forti e strutturali alle imprese che stanno soffrendo”. Nardella ha poi precisato che “rispetto all’inizio dell’emergenza la sua sensazione è che non ci sia più quell’unità e compattezza che serve al Paese per superare le emergenze. Troppe contrapposizioni: commercianti contro cittadini, rigoristi contro negazionisti, sembra che l’Italia abbia perso la sua traiettoria, ed è pericolosissimo”. “Sui vaccini, come sindaci, non siamo stati coinvolti. E is chiede Nardella sull’organizzazione per la distribuzione e gli aspetti logistici i sindaci saranno coinvolti oppure no? O saranno come sempre comparse chiamate poi a intervenire quando sorgono i problemi”.”Quando ci hanno chiamato per distribuire i buoni spesa – ha poi ricordato – abbiamo fatto presto e bene, dimostrando che se veniamo coinvolti dall’inizio le cose possono funzionare e i sindaci possono dare una grande mano al sistema. Se però siamo tagliati fuori credo che il problema ci sia perché le risposte vanno date a livello territoriale”. Parlando di scuola, ha spiegato Nardella, “come sindaci metropolitani abbiamo detto con chiarezza alla ministra Azzolina e a tutto il Governo quali sono le condizioni per partire bene”. “che con le mezze misure non le facciamo ripartire come si deve”, il rischio è trovarsi “nella stessa situazione di settembre-ottobre, con gli autobus strapieni e i ragazzi accalcati alle entrate e alle uscite degli istituti. Il presidente Giani mi ha rassicurato sul fatto che le risorse” del piano da 700mila euro per rafforzare il tpl (con più mezzi per l’extraurbano e tutor alle fermate) nella Città metropolitana “si possono avere, il Governo le ha. Ci aspettiamo che ci vengano date”. In caso di nuova chiusura degli istituti l’Italia sarebbe “lo zimbello d’Europa”.

Commenta

Video per giorno

Gennaio: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate