‘NDRANGHETA, UNA TONNELLATA DI COCAINA SEQUESTRATA NEL PORTO DI LIVORNO

Firenze Rachele Campi 16 Novembre 2021 74 Nessun commento

image

Un’ altra tonnellata di cocaina sequestrata e il porto di Livorno si conferma come uno degli hub della droga tra i più impartanti per l’Ndrangheta in Italia. Un punto strategico dove la polvere bianca arriva via mare dal sud america, per poi essere distribuita sul territorio toscano e non solo, tutto sotto le direttive delle cosche mafiose, come in questo caso, i Molé di Gioia Tauro. Nell’operazione Madera Blanca hanno lavorato in sinergia 3 direzioni distrettuali antimafia, quella di Firenze, Reggio Calabria e Milano. 104 le misure cautelari disposte sul territorio nazionale, tra Livorno, Gioia Tauro, Lugano, Milano e Genova. Molti i reati contestati, tra questi l’associazione mafiosa. L’indagine è partita a marzo 2019 ed ha permesso di individuare infiltrazioni anche nel porto di livorno, dove 3 dipendenti della compagnia portuale facilitavano l’accesso ai criminali per fare sopralluoghi e sfiltrare la droga dai piazzali, stipata in container contenenti legname. Gli uomini avevano anche accesso ai terminali. Arrestato a Legnano anche un dipendente dalla pubblica amministrazione, che falsificava i documenti a favore dei latitanti e ancora una volta emerge la figura del broker.

Commenta

Video per giorno

Novembre: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate