Oltre 1.400 pratiche edilizie in quattro mesi a Prato

Prato Eleonora Barbieri 30 Aprile 2021 65 Nessun commento

image

Oltre 1.400 pratiche edilizie presentate da gennaio a oggi, 11 piani attuativi pronti a partire e 7 permessi di costruire convenzionati in fase di decollo di cui 2 già rilasciati. Sono numeri significativi quelli che il Comune di Prato sta mettendo in campo per fornire benzina al motore della ripresa del settore. Dietro questi interventi, a cui presto si aggiungeranno quelli legati al 110%, c’è un mondo fatto di piccole e medie imprese, di professionisti e di indotto che chiede solo di poter lavorare rispondendo alle esigenze di un mercato immobiliare in ripresa e alla richiesta di qualità dell’abitare. Obiettivi che l’ampia flessibilità del piano operativo di Prato permette di raggiungere agevolmente. “Effettivamente il rimbalzo economico post Covid in città c’è anche nel settore edilizio. – afferma l’assessore all’urbanistica Valerio Barberis – Sono pronti a partire sia progetti di decine di milioni di euro che interventi parcellizzati che daranno ossigeno al settore. Senza contare l’alto livello delle costruzioni sul fronte dell’antisismica, dell’efficienza energetica e degli spazi all’aperto riscoperti alla luce del lockdown. Abbiamo intenzione con il presidente della commisione urbanistica Maurizio Calussi, di monitorare l’andamento e le ricadute economiche e sociali che tutti questi piani avranno sulla città”.
Non si tratta solo di fare da trampolino al rilancio dell’edilizia. L’impostazione data dal Comune alla realizzazione degli interventi privati permette di ridisegnare la città attraverso la creazione di nuovi spazi pubblici che completano le strategie urbanistiche. Sia i piani attuativi che i permessi a costruire convenzionati, infatti, prevedono la cessione gratuita al Comune fino al 70% del lotto, oltre agli standard urbanistici. “Il permesso di costruire convenzionato è uno strumento introdotto dal piano operativo, – prosegue Barberis – che ci permette di arrivare più velocemente alla soluzione di nodi pubblici acquisendo gratuitamente degli spazi e allo stesso tempo venendo incontro alle esigenze del privato”.
Vediamo in dettaglio gli interventi in fase di partenza o in istruttoria.
Sette permessi di costruire convenzionati.
Due sono già stati rilasciati. Uno è la gioielleria Paci che permetterà di collegherà la Tangenziale a Tobbiana. L’altro è stato approvato ieri dal Consiglio comunale e riguarda il terreno tra via Abati, via Petri e piazza del Mercato Nuovo. In cambio della costruzione di un edificio di 6 piani, sarà realizzato un parcheggio parcheggio pubblico alberato e un’area di quasi 3.200 metri destinata a piazza conun’oliveta da salvaguardare.
Gli altri cinque. Via Ferraris nei pressi del Penny Market dove la costruzione di una villetta porta in dote un giardino; via Dragoni a Vergaio con 4mila metri in cessione e parcheggi alberati in cambio di case; via della Solidarietà – zona istituto Datini con sistemazione della viabilità all’incrocio con via di Reggiana e parcheggi al servizio della scuola; via Bonicoli dove il Comune diventerà proprietario del pezzo di ex fabbrica Forti più vicino al nuovo playground che oggi è un deposito del teatro Metastasio, in cambio della realizzazione di una galleria commerciale con piazza centrale a uso pubblico tra il playground e via Giordano; infine l’intervento in via San Fabiano che con la recente acquisizione all’asta del lotto si è rimesso in moto per realizzare residenze.
Undici piani attuativi.
E’ pronta a partire la trasformazione del campo ex Ambrosiana: 10mila metri quadrati di cui solo duemila saranno edificati. Gli altri 8mila di cui 2mila sono standard urbanistici, diventeranno spazi pubblici sposandosi perfettamente con la riqualificazione del Soccorso prevista dal progetto Pimqua. Seguono Cafaggio (parco urbano, struttura sportive e pista ciclabile per connettere Le Fontanelle con via del Ferro), via Vico (in cambio un parcheggio) , via Braga (parcheggi e area a verde sportivo), San Martino (scuola e area pubblica) , via Bonicoli (percorsi pubblici per connettere le varie parti del Macrolotto Zero), via Mugellese (parcheggi, verde e percorso pedonale), Ex Rosati in via Pistoiese (collegamento con via Becherini), via Santa Chiara (ampliamento polo culturale ex Campolmi), via delle Ruote (parcheggi e verde pubblico anche a uso della scuola) e via Rossini (archivio comunale).

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate