OLTRE 7MILA SANITARI NON VACCINATI, ASL INVIA LE DIFFIDE

Prato Nadia Tarantino 21 Luglio 2021 52 Nessun commento

image

Nella Asl Toscana centro si contano 7.300 tra medici e operatori sanitari e sociosanitari non vaccinati contro il Covid; tutti, in questi giorni, stanno ricevendo pec e raccomandate dall’azienda che ricorda che la vaccinazione è obbligatoria e che serve provvedere entro il 31agosto, pena la sospensione dal servizio. Questo il numero principale uscito oggi dalla riunione che la Asl Toscana centro ha convocato con le organizzazioni sindacali per dare conto della situazione negli ospedali del territorio ma anche nelle strutture sanitarie, nelle rsa, negli istituti medici che direttamente o indirettamente ruotano attorno all’azienda.
Il Dipartimento di prevenzione sta lavorando a ritmi serrati per fare in modo che ognuno dei 7.300 non in regola con l’obbligo vaccinale spieghi perché. Intanto, c’è da dire che il numero si divide tra 4.300 in possesso di pec e dunque iscritti ad un albo professionale e perciò si tratta di medici e infermieri, e 3mila non hanno un indirizzo di posta elettronica certificata e quindi si tratta di operatori sociosanitari e tecnici sanitari che riceveranno la raccomandata a casa.
Alla prima ondata di pec hanno risposto in 1.700, alcuni per dire di aver prenotato il vaccino e altri per dire che il loro medico ha sconsigliato di sottoporsi alla somministrazione. Sarà una commissione tecnica, istituita appositamente in seno alla Asl Toscana centro, a valutare le giustificazioni per accertarne la sussistenza. Pronto, intanto, l’invio della seconda pec a chi non si è fatto vivo dopo aver ricevuto la prima.
Secondo il tabellino di marcia, i primissimi giorni di settembre gli albi professionali e i datori di lavoro avranno a disposizione l’elenco dei no vax con l’obbligo di procedere alla sospensione.
La sospensione dal lavoro è obbligatoria ma non scontata, per due motivi. Uno: il Tar dell’Emilia Romagna, istituendo un precedente, ha bloccato i provvedimenti di sospensione già emessi dalla Asl e rinviato tutto al primo novembre quando entrerà nel merito della questione. Due: è sempre più insistente la voce di un decreto legge che il Parlamento dovrebbe varare a breve per rimandare al 2022 l’obbligo vaccinale per chiunque lavori nell’ambito sanitario.

Commenta

Video per giorno

Luglio: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate