PARRUCCHIERI ED ESTESTISTE, NUOVE REGOLE A PISTOIA

Pistoia Patrizio Ceccarelli 12 Novembre 2020 88 Nessun commento

image

Lotta all’abusivismo, accessibilità dei locali ai disabili, fascia lavorativa dalle 7 alle 23 e affitto di poltrona o cabina per chi vuole intraprendere la professione ma non ha capitali da investire per aprire un’attività. Sono le caratteristiche del nuovo regolamento delle attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing, approvato dal Consiglio comunale di Pistoia. Il provvedimento è stato approvato con 22 voti favorevoli (Fratelli d’Italia, Pistoia Concreta, Forza Italia – Centristi per l’Europa, Lega, Amo Pistoia, Pistoia in Azione, Movimento 5 stelle, Italia Viva) e 7 astenuti (Pd, Pistoia Spirito libero, Pistoia Sorride e Pistoia Città di tutti), nessun contrario. Il regolamento rinnova e semplifica quello approvato nel 1989, successivamente modificato negli anni Novanta. Nel frattempo il quadro normativo in materia è profondamente cambiato attraverso numerose norme emanate dallo Stato e dalla Regione Toscana, normativa recepita nel nuovo regolamento. Ecco alcune delle novità principali contenute nel nuovo testo, formato da 14 articoli più due allegati (che definiscono le linee operative e i requisiti delle diverse tipologie di attività). Affitto di poltrona o cabina. Con questa modalità è possibile abbattere i costi fissi e permettere a chi, soprattutto all’inizio della professione, non ha capitali da investire per aprire un’attività, di poter avviare la professione. In pratica il titolare di un negozio può affittare uno spazio e strumentazione tecnica a un altro imprenditore, in modo da consentirgli di avviare la propria attività in autonomia ma all’interno di locali già adeguati, poi a seconda dell’attività che si andrà a realizzare si parlerà di affitto di poltrona per acconciatore o di cabina in caso di attività estetica. Fascia oraria lavorativa dalle 7 alle 23. Il regolamento stabilisce che questi tipi di attività devono svolgersi entro questa fascia oraria, 7 giorni su 7. Il titolare pertanto può scegliere in autonomia i giorni e l’orario entro il quale organizzare la propria attività. Accessibilità dei locali ai disabili. Chi apre una nuova attività dovrà renderla accessibile anche ai disabili.
Lotta all’abusivismo. Il regolamento prevede inoltre misure di contrasto all’attività svolta abusivamente, senza Scia e in luoghi che non garantiscono le norme di igiene e sicurezza per il cliente. Chi non ha un’attività in sede fissa non può, ad esempio, esercitare la professione al domicilio del cliente o in altri luoghi come ospedali, Rsa, impianti sportivi o alberghi. In caso l’operatore abusivo venga scoperto incorre nel cosiddetto cumulo delle sanzioni. Ad esempio se un soggetto esercita senza titolo la professione di estetista dentro un garage dovrà pagare la sanzione per la mancanza del titolo, del requisito professionale, dell’infrazione delle norme sulla destinazione d’uso urbanistica e così via. La somma totale di tutte le sanzioni che si possono cumulare può superare i 20.000 euro.

Commenta

Video per giorno

Dicembre: 2020
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate