PROCESSO DUCCIO DINI, CONDANNATI ANCHE KOLE AMET E EMIN GANI

Firenze Caterina Gonnelli 23 Giugno 2021 125 Nessun commento

image

Cinque condanne confermate in appello per la morte di Duccio Dini, il giovane 29 enne fiorentino che la mattina del 10 giugno 2018 fu travolto in via Canova mentre andava a lavoro da un’auto a folle velocità durante un inseguimento tra bande di rom del Poderaccio. Una vicenda che sconvolse la città: una vittima innocente di una spedizione punitiva, nata per una lite tra clan rom rivali anche secondo la corte d’assise d’appello. Ci sono anche altre due condanne di due persone che in primo grado erano state assolte per la morte del ragazzo, che quando fu investito stava andando a lavoro in un esercizio commerciale. I giudici hanno infatti accolto la richiesta del pg Sergio Affronte e hanno inflitto pene severe , 7 anni, anche per Kole Amet ed Emin Gani, accusati del tentato omicidio di Rufat Bayram. Condanne confermate con pene fino a 25 anni e 2 mesi anche per Remzi Amet, Remzi Mustafa, che guidava la Volvo che travolse Duccio, Dehran Mustafa e Antonio Mustafa, accusati di omicidio volontario con dolo eventuale, lesioni, danneggiamento, tentato omicidio e violenza privata. A scatenare il tutto un giuramento di fedeltà che Bayram Rufat impose alla moglie, filmò con il cellulare e poi pubblicò su Fb scatenando la reazione del padre della donna, Amet Remzi.

Commenta

Video per giorno

Agosto: 2021
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate