PROTOCOLLI ANTICOVID, IN AZIENDE-FOCOLAIO 1 SU 4 HA CARENZE

Prato Eleonora Barbieri 20 Aprile 2021 57 Nessun commento

image

Sono 21, di cui 5 a conduzione cinese, i luoghi di lavoro della provincia di Prato con contagi controllati dal dipartimento di prevenzione dell’Asl nella prima metà del mese per verificare il rispetto dei protocolli anti Covid. Ebbene, sono state registrate carenze nel 28,6% dei casi. Una percentuale tutto sommato contenuta.
La campagna straordinaria di controlli, che si affianca a quella ordinaria, è stata avviata alla luce di numerosi focolai aziendali in questa fase epidemica che vede Prato agli ultimi posti in Italia per l’alto numero dei contagi in rapporto alla popolazione. L’attività degli ispettori Asl è stata orientata proprio verso quei luoghi di lavoro in cui è stata constatata una pluralità dei casi Covid-19 positivi, individuati nell’attività di tracciamento o oggetto di segnalazione, con l’obiettivo di capire se il mancato rispetto delle regole abbia contribuito alla diffusione del contagio e per bloccare gli eventuali comportamenti sbagliati.
“Nella maggior parte dei casi interessati da focolai – spiega l’Asl – la loro gestione è risultata sotto controllo, con osservanza dei provvedimenti di quarantena da parte dei lavoratori contatti stretti dei casi e messa in atto degli interventi di sanificazione straordinaria. Diverse imprese hanno disposto l’esecuzione di tamponi diagnostici anche ai soggetti che non risultavano contatti stretti”.
Il Dipartimento di prevenzione sottolinea anche l’importanza del contributo delle stesse imprese nella individuazione, anche tramite il medico competente, dei lavoratori esposti e la necessità di un rigoroso rispetto dei provvedimenti di isolamento e quarantena, dell’adozione ed applicazione dei protocolli anticontagio, con particolare riguardo alle misure di distanziamento e all’utilizzo di adeguati dispositivi di protezione provvedendo al loro periodico ricambio.
I controlli degli ispettori Asl in funzione antiCovid proseguono anche perché dai dati giornalieri emerge una situazione ancora complessa. Il Dipartimento di prevenzione ricorda che i contatti stretti, anche se negativi all’eventuale tampone di controllo, devono comunque osservare il periodo di quarantena e che possono essere riammessi al lavoro al termine di questo periodo solo con referto di negatività.

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate