RACCONTO DEL PRIMO GIORNO DI VACANZA FORZATA

Prato Alessandra Agrati 5 Marzo 2020 109 Nessun commento

image

Primo giorno di vacanza forzata per gli studenti pratesi e di super lavoro per i nonni costretti a montare turni supplementari e a trovare attività da far fare ai nipoti e così questa mattina il parco Giocagiò è stato preso d’assalto. Addirittura una classe ha improvvisato una festa di compleanno con tanto di pasticcini. “Ormai era organizzata- spiega una mamma- e così ci siamo trasferiti qui, i bambini giocano e noi cerchiamo di organizzare le attività anche per la prossima settimana”. Felici i bimbi che oggi si godono la libertà di giocare a calcio il giovedì mattina. “Lavoro nel campo del turismo – spiega un’altra madre – e quindi sono a casa pure io, mio marito si è organizzato con il telelavoro, ma una settimana è lunga da far passare soprattutto se piove”. Ma la parte del leone tocca ai nonni che nonostante gli appelli a restare in casa hanno deciso di uscire lo stesso lungo la ciclabile e nei parchi giochi. “Ora chiederemo lo straordinario – scherzano – la mattina andiamo ai giardini, il pomeriggio ci organizzeremo in casa a piccoli gruppi”.
La fantasia non manca e così qualcuno improvvisa laboratorio di cucina per fare il pane e i biscotti. “Sono un’educatrice – spiega una mamma – e quindi in questi giorni sono a casa e aiuto le mie amiche che devono andare a lavorare”. Se per i più piccoli la sospensione delel lezioni è un divertimento per gli universitari al disagio delle università chiuse si aggiunge anche quello dell’impossibilità di recarsi alla biblioteca Lazzerini per studiare.
“Siamo arrivati qui questa mattina sperando di trovare le porte aperte – spiegano alcuni studenti – ma non è stato così, abbiamo optato per il bar della biblioteca”
Altri invece hanno scelto di tornare a casa e di riunirsi in piccoli gruppi.
Lezioni sospese ma scuole aperte con personale Ata e dirigenti scolastici al lavoro. “Cerchiamo di fare di necessità virtù – ha spiegato Stefano Pollini presidente dell’associazione dirigenti scolastici e preside del Gramsci Keynes – e così stiamo provvedendo a sanificare tutte le aule e gli spazi comuni. Per quanto riguarda la didattica invece, gli insegnanti si sono organizzati con gli studenti utilizzando il registro elettronico. Sicuramente più difficoltoso continuare le lezioni per via telematica con i bambini della scuola primaria che non hanno dimesticchezza con il computer e per utilizzarlo devono avere accanto un adulto.” Intanto le insegnanti della materna Meucci hanno realizzato un video in cui raccontano una fiaba e poi “improvvisano” una lezione invitando i bambini a fare un disegno o a decorare un oggetto. Il materiale è stato girato ai genitori su whathsup
Alcune maestre delle scuole elementari, invece, in previsione della chiusura delle scuole hanno fatto riportare a casa libri e quaderni per poter fare i compiti, i genitori si sono anche offerti di aiutare le famiglie che sono in difficoltà a portare avanti il programma scolastico.

Commenta

Video per giorno

marzo: 2020
L M M G V S D
« Feb    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate