RIAPRE BOBOLI, POI TOCCHERA’ A PITTI E AGLI UFFIZI

Firenze Chiara Valentini 21 Maggio 2020 46 Nessun commento

image

Non sono poche infatti le misure di sicurezza con cui riaprono i giardini di palazzo pitti: vietato l’ingresso a chi ha una temperatura superiore a 37 e mezzo, mascherina obbligatoria durante tutta la permanenza, distanza interpersonale di almeno un metro e ottanta, gruppi non superiori a 10 persone. Ma in molti già stamani hanno voluto ritrovare Boboli. Il giardino più di ogni altri luoghi ci insegna il valore dei tempi – ha ricordato Bianca Maria Landi che ne è la curatrice – in questo periodo si è riposato e ci ha insegnato il valore dell’attesa. Chi non ha aspettato sono stati proprio loro, i curatori, che non solo si sono presi cura di piante e monumenti ma hanno restaurato molte delle panchine, ne hanno aggiunte delle altre, hanno migliorato la fruibilità di tutto il museo all’aperto. Di rinascita più che di riapertura ha parlato il sindaco Nardella, tornando a chiedere una mano ai fiorentini, gli unici (insieme ai toscani) che fino al 3 giugno potranno vacare la soglia dei cancelli di Boboli

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate