RIVOLTA IN CARCERE, PROCURA APRE UN’INCHIESTA

Prato Nadia Tarantino 10 Marzo 2020 83 Nessun commento

image

La procura di Prato ha aperto un’inchiesta sulla rivolta scoppiata ieri, lunedì 9 marzo, nel carcere della Dogaia con i detenuti che hanno protestato per le limitazioni ai colloqui con i familiari introdotte in seguito all’emergenza coronavirus. Danneggiamenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale sono le ipotesi di reato su cui la procura starebbe lavorando in attesa dell’informativa della polizia penitenziaria utile a individuare eventuali ulteriori contestazioni e le persone da iscrivere sul registro degli indagati. Quelle di ieri sono state ore di alta tensione dentro e fuori la casa circondariale. Massiccio l’intervento delle forze dell’ordine con i reparti antisommossa che hanno circondato tutta l’area penitenziaria. La rivolta ha riguardato i detenuti di almeno tre sezioni di media sicurezza. In diverse celle è stato appiccato il fuoco. Sono stati bruciati materassi e lenzuola: colonne di fumo si sono levate su un lato del carcere e hanno fatto temere il peggio. L’intervento immediato dei vigili del fuoco ha evitato che gli incendi si propagassero. Una vera e propria guerriglia al grido di ’indulto’ e ’libertà’ che in almeno un paio di occasioni sembrava essere stata soffocata salvo poi riprendere vigore con il tentativo anche di sfondare un cancello che dal quale si accede ad un cortile all’aperto ma sempre delimitato dai confini dell’istituto di pena. Solo una parte dei seicento detenuti della Dogaia ha partecipato ai disordini che contano un paio di agenti della polizia penitenziaria costretti a ricorrere alle cure dei sanitari. Una delegazione di detenuti avrebbe incontrato la direzione della casa circondariale per trattare la fine della rivolta La situazione è tornata alla normalità solo nella tarda serata e attualmente sarebbe sotto controllo.
Quello che è successo nel carcere di Prato ripercorre quando accaduto in altri penitenziari negli ultimi giorni. Le restrizioni dei contatti con l’esterno imposte dal decreto sul contenimento del contagio da coronavirus hanno fatto esplodere la rabbia dei detenuti.

Commenta

Video per giorno

aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate