SCUOLA, IL COVID AGGRAVA I PROBLEMI DI DISPERSIONE

Prato Claudio Vannacci 13 Gennaio 2021 60 Nessun commento

image

Il rientro a scuola in presenza al 50% degli studenti pratesi delle superiori ha sicuramente dato una risposta immediata a quella che è, in questo momento, la prima emergenza per il settore scolastico. Ma la pandemia ha anche aggravato quelli che erano i problemi già esistenti del settore, a partire da quello dell’abbandono scolastico, che vede la provincia di Prato al primo posto in Toscana.
La dispersione scolastica, di gran lunga superiore alla media regionale, è stato uno dei focus dell’azione dei 5 anni precedenti del mandato regionale che ha visto impegnata in prima persona la consigliera Ilaria Bugetti.
“La dispersione è un fenomeno complesso e articolato, non certo facile da arginare, che comporta costi individuali e sociali elevati- dichiara la consigliera Bugetti – Per pianificare e attuare misure di contrasto adeguate è necessario analizzarne e comprenderne le cause e i fattori che lo alimentano. Quasi mai l’abbandono scolastico è riconducibile a un unico fattore. Di solito è il risultato di interazioni e combinazioni tra diversi elementi, quali i fattori legati al funzionamento della scuola, alla sua organizzazione e alla sua cultura, alla composizione della classe e della scuola per status socio economico, la provenienza, l’orientamento religioso. I PEZ della nostra provincia dovranno essere attualizzati e ripensati anche alla luce della pandemia per essere davvero efficaci”.

Commenta

Video per giorno

Gennaio: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate