SCUOLA, NIENTE LISTE DI ATTESA PER NIDI E INFANZIA

Prato Alessandra Agrati 7 Settembre 2021 71 Nessun commento

image

Nei nidi e nelle scuole dell’infanzia comunali tutto è pronto per l’inizio, il 9 settembre, dell’anno scolastico. Le domande d’iscrizione delle 762 famiglie (336 nei nidi) sono state accolte e avanzano ancora 26 posti per i lattanti e 13 per le scuole dell’infanzia (sono 1.163 quelli a disposizione nelle strutture convenzionate).
Completato anche l’organico, compreso quello del personale non docente, tanto che ai bimbi dagli zero ai tre anni sarà garantita la mensa a partire dal primo giorno, quelli da 3 a 6 aspetteranno il 13 settembre. Situazione molto diversa nelle scuole statali, non solo nel ciclo dell’obbligo, tanto che l’assessore comunale alla pubblica istruzione Ilaria Santi, preoccupata per la cronica carenza d’organico, che sicuramente impatterà sulla richiesta di nuove iscrizione in corso d’anno, lancia un apello.
“Nelle scuole statali di ogni ordine e grado – dice Santi – manca complessivamemte il 25% del personale, chiedo ai sindacati, alla Regione, alla Provincia e all’ Ufficio Scolastico provinciale e regionale di sedersi a un tavolo insieme al Comune per risolvere, in modo definitivo e concreto il problema. Se non arrivano insegnanti non potremo accogliere i ragazzi che franno domanda d’iscrizione nel corso dell’ anno”.
L’amministrazione comunale è pronta a far partire il servizio di refezione nellle scuole statali dal 20 settembre, ma senza personale Ata i dirigenti non sono in grado di attivarlo. Su questo punto si aspetta ancora di capire se il personale esterno addetto a sporzionare, deve essere dotato di green pass e se è possibile abbandonare la monoporzione e tornare al sistema di sporzionamento pre covid. Condizione che, invece, è stata confermata per le scuole comunali: i bambini andrano a mensa con i piatti portati da casa, visto che il personale è vaccinato e gli spazi sono garantiti.
Santi, che lamenta una mancanza di informazioni pratiche su come ripartire da parte del Governo , ribadisce l’invito al ministro dell’istruzione Bianchi a venire a Prato: “Anche il sindaco ha scritto più volte per invitarlo – precisa – è fondamentale che venga per rendersi conto della situazione pratese”.
Del resto, dopo anni di decrescita demografica, per l’anno scolastico 2021/22 la tendenza si è invertita rispetto all’ anno precedente ci sono 40 bambini in più (336 contro 296), mentre nelle scuole dell’ infanzia continua il trend negativo anche se di poco: 471 i bimbi che hanno frequentato l’anno passato e 462 quelli attuali. Calano decisamente invece le iscrizioni alla mensa scolastica, che comprende scuole statali e comunali; da 12.119 a 10.126. Ultima novità riguarda il periodo di quarantena: in caso di positività i bambini saranno ammessi a scuola solo con tampone negativo effettuato dopo il 10 giorno di isolamento (lo scorso anno si poteva rientrare dopo 14 giorni senza tampone). “In caso di quarantena, della classe o del singolo alunno – ha spiegato Santi – le maestre manterranno i rapporti e i contatti con i bambini in modo da non interrompere il filo che a fatica è stato riannodato”.

Commenta

Video per giorno

Settembre: 2021
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate