SCUOLE SUPERIORI, DA LUNEDÌ LEZIONI IN PRESENZA AL 70%

Prato Alessandra Agrati 23 Aprile 2021 57 Nessun commento

image

Rientro in classe al 70% per i ragazzi delle scuole superiori. Lunedì la campanella torna a suonare per la maggioranza degli studenti, eccetto quelli del Dagomari che saranno meno della metà, circa il 45%, per mancanza di spazi. La percentuale è stata decisa nell’incontro che si è tenuto in prefettura ieri 22 aprile, dove il prefetto Adriana Cogode ha chiesto ai dirigenti scolastici di essere prudenti, visto la situazione sanitaria di Prato. Nessun problema, invece, per quanto riguarda i trasporti pubblici, lo schema adottato a settembre, con l’incremento di nuovi mezzi Gran turismo, verrà ripreso insieme al servizio anti assembramento affidato alle associazioni di volontariato.
Stabilita la regola generale ciascuna scuola adotta il proprio orario, tenendo come riferimento che in zona gialla e arancione la percentuale degli studenti varia dal 60 al 100%, in quella rossa dal 50% al 75%. La scelta del 70% tra l’altro garantisce continuità didattica anche nel caso scattasse la zona di maggior allerta.
Marconi. La presenza è garantita per il 68%/70% degli studenti con la presenza quotidiana delle prime, delle quinte e le quarte, che avranno l’orario dei laboratori dimezzati. Se la situazione sanitaria lo consentirà il dirigente scolastico Paolo Cipriani aumenterà il numero delle ore in presenza per le terze. “L’orario rimarrà in vigore fino alla fine dell’anno – spiega il preside – intanto i ragazzi devono recuperare in questo mese, la regola dell’ anno scorso che prevedeva il divieto di bocciare, quest’anno non c’è più e purtroppo alcuni studenti non sono in grado di affrontare l’anno successivo.” E a proposito di nuovo anno i ragazzi che da settembre frequenteranno l’istituto sono circa 1.000 e avranno a disposizione anche la sede del Marconcino attualmente condivisa con il Brunelleschi.
Livi/Brunelleschi. La priorità è data agli studenti dell’ultimo anno che saranno sempre a scuola, gli altri ruoteranno secondo un calendario prestabilito che prevede anche di non dividere una classe fra lezioni in presenza e quelli in Dad . “Se le condizioni lo premetteranno – spiega la dirigente scolastica Maria Grazia Ciambellotti – aumenteremo la presenza delle prime . Dal punto di vista del rendimento ci sono ragazzi con gravi lacune, credo che in questi casi la bocciatura debba essere vista non come una punizione, ma come un aiuto a consolidare alcune mancanze”. Intanto nei due licei si torna a fare i conti con gli spazi, per il prossimo anno potrebbero mancare da 9 a 20 aule, numero che varia a seconda della disponibilità dell’ amministrazione comunale a rinnovare il contratto d’affitto per il Rodarino dove attualmente ci sono 9 aule. Due del Marconciono verranno spostati all’ ex Fil.
Gramsci/ Keynes.”Abbiamo predisposto l’orario – spiega il dirigente scolastico Stefano Pollini – con la massima precauzione ai contagi, visto che il numero dei positivi sta aumentando e non solo nella nostra scuola. Quindi presenza al 70% con priorità alla quinte”. Non ci saranno ulteriori implementazioni di orario e in tutto il Polo di Reggiana, come avvenuto a settembre, è previsto un ingresso e un’ uscita scaglionata per permettere ai ragazzi di utilizzare in sicurezza i mezzi pubblici.
Dagomari.Unica scuola dove i ragazzi che potranno tornare a fare lezione in classe sono meno della metà. “Purtroppo – ribadisce ancora una volta la dirigente scolastica Maria Gabriella Fabbri – i lavori per l’adeguamento alle norme antincendio vanno a rilento e una parte della scuola è inutilizzabile. Possiamo fare affidamento sulle aule del centro Ventrone, ma comunque sono sempre insufficienti. Ci dispiace per i ragazzi”.
Datini. Gli studenti che rientreranno dalla prossima settimana variano da un minimo del 62% a un massimo del 70%, con priorità a quelli dell’ ultimo anno e delle quarte. Tutto il corso di agraria riprenderà a frequentare in presenza. Le prime avranno un orario concentrato di due giorni a scuola con lezioni dalle 8 alle 16,30.
Buzzi. Il 75% degli studenti rientreranno in classe a partire da lunedì ma non è stato dato un criterio di preferenza : La presenza è garantita 4 giorni su 6. Intanto per i ragazzi di quarta si stanno organizzando i tirocini previsti dall’alternanza scuola lavoro previsti per l’estate.
Rodari /Cicognini. Il 70% dei ragazzi torna in classe in presenza. “Abbiamo cercato di far rientrare tutti nello stesso modo – sottolinea il dirigente scolastico Mario Di Carlo – del resto manca poco più di un mese. La maturità è prevista per il 10 giugno e quindi, credo, che avremo la possibilità di fare gli scrutini. Da allora in poi ormai le lezioni di fatto sono finite”.
San Niccolò. Da lunedì tutti gli studenti torneranno in presenza. “Assistiamo – ha spiegato la dirigente scolastica Mariella Carlotti – au un aumento di contagi nella primaria, nessuno al liceo.La situazione è sotto controllo tanto che speriamo di organizzare la festa di fine anno in presenza, e stiamo già progettando i centri estivi”.
Dall’elenco manca il Copernico che non ha ancora risposta alla nostra richiesta.

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate