SFRUTTAMENTO DEL LAVORO, A PROCESSO INTERA FAMIGLIA

Prato Nadia Tarantino 4 Novembre 2021 100 Nessun commento

image

Un’intera famiglia – padre, madre, figlio con fidanzata e zia, tutti cinesi – è stata rinviata a giudizio con l’accusa di aver sfruttato gli operai, in maggioranza pakistani, impiegati nella sua azienda, una stamperia a San Giusto. Al termine dell’udienza preliminare, celebrata davanti al tribunale di Prato ieri, mercoledì 3 novembre, è stata fissata la data in cui comincerà il processo: primo dicembre 2022. Se ne riparlerà dunque tra più di un anno e in aula ci saranno anche, in qualità di parte civile, la Filctem Cgil Prato, assistita dall’avvocato Alessandro Gattai, e diversi degli operai, assistiti dall’avvocato Benedetta Ciampi. Il giudice ha accolto la tesi del pubblico ministero Lorenzo Gestri che, negli esiti delle verifiche fatte nella stamperia dall’Ispettorato territoriale del lavoro, rintracciò gli indici propri dello sfruttamento lavorativo e indagò i componenti della famiglia che, ognuno con un preciso ruolo, gestivano l’attività. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Sicigliano e Ricchiuti.
A mettere in moto le indagini, circa un anno e mezzo fa, fu la denuncia inoltrata alla procura dalla Cgil, sindacato al quale chiese aiuto un operaio pakistano che raccontò la sua condizione di lavoratore all’interno della stamperia. L’Ispettorato del lavoro fece due controlli e in una occasione trovò operai irregolari in una misura maggiore, rispetto a tutti quelli presenti, del 20 per cento.
Ulteriori accertamenti disposti dal sostituto Gestri fecero emergere diverse ipotesi di illegalità che portarono all’iscrizione del gestori sul registro delle notizie di reato senza misure restrittive.
Quando la vicenda arriverà in aula saranno passati quasi tre anni dai fatti.

Commenta

Video per giorno

Novembre: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate