SFRUTTAMENTO LAVORO, IL PROCURATORE: “OPERAI RETICENTI”

Prato Nadia Tarantino 13 Settembre 2021 44 Nessun commento

image

“Questa è un’indagine emblematica del famoso sistema Prato – le parole del procuratore Giuseppe Nicolosi – è più facile investigare su una rapina che su un fatto complesso come lo sfruttamento nonostante la nostra sia una procura attrezzatissima contro questo tipo di illegalità. Non credo in Italia esista un ufficio strutturato come il nostro per fronteggiare e contrastare gli illeciti nel mondo del lavoro”. Lo ha detto il capo della procura di Prato spiegando l’inchiesta che ha portato all’arresto di tre imprenditori cinesi per sfruttamento dei loro operai. Il procuratore ha sottolineato anche un altro aspetto: “Nessuno degli operai sfruttati ha accusato i titolari, totale la loro reticenza. Più facile per gli investigatori lavorare su un caso di rapina che sul fenomeno dello sfruttamento”. Nicolosi ha auspicato che un impulso nuovo arrivi dalla nomina del nuovo direttore dell’Ispettorato nazionale del lavoro: “Arriva Bruno Giordano, un magistrato capace, un esperto della materia. L’auspicio è che possano profilarsi nuove e più proficue sinergie”.

Commenta

Video per giorno

Settembre: 2021
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate