SIERI: GUP, IMPUTATI ASSOLTI PERCHÉ NON C’ERANO PROVE

Pisa Gigliola Caridi 4 Febbraio 2022 88 Nessun commento

image

Non è “stata raggiunta oltre ogni ragionevole dubbio la prova della sua partecipazione al fatto delittuoso contestato”. Così si legge nelle motivazioni della sentenza di assoluzione per la morte di Emanuele Scieri, il parà siracusano morto alla caserma Gamerra di Pisa il 13 agosto 1999, di Andrea Antico, accusato di omicidio volontario in concorso insieme ad altri due ex caporali dell’esercito. Antico è anche l’unico degli imputati che è ancora in servizio nell’esercito. Il giudice ha rinviato a giudizio i due ex caporali, Alessandro Panella e Luigi Zabara, e assolto l’ex comandante della Folgore, Enrico Celentano, e l’ex ufficiale Salvatore Romondia. Secondo il giudice, infatti, per Celentano “non può dirsi raggiunta alcuna certezza circa le ragioni della presenza del telefono cellulare” del generale “in zona stazione-centro di Pisa”, nè per Romondia, per il quale non è dimostrato che “la telefonata, partita dal suo ufficio, e diretta a casa di Panella, fosse da riferire effettivamente all’imputato”.

Commenta

Video per giorno

Maggio 2022
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate