TERAPIE INTENSIVE IN AFFANNO, APRE REPARTO COVID ALL’EX IOT

Toscana Chiara Valentini 6 Aprile 2021 40 Nessun commento

image

Un disastro. Il dottor Pietro Dattolo, presidente dell’ordine dei medici, descrive così la situazione all’ospedale nel quale lavora, il santissima annunziata di ponte a Niccheri. 17 dei 22 posti di terapia intensiva sono occupati, la chirurgia ordinaria interrotta, il pronto soccorso ingolfato. Non ci sono, come denunciato dalla CGIl giorni fa, pazienti in attesa nei corridoi (non l’avrei mai permesso, se ci sono stati problemi è stato solo temporaneo) ma è sempre più preoccupato. Verrà aperto un reparto covid all’ospedale Palagi, l’ex IOT. Non è un bel segno, commenta Dattolo”. Se Ponte a Niccheri è un caso particolarmente grave, non va benissimo nemmeno in altri ospedali. La media delle terapie intensive occupate in regione è del 44% (la soglia di rischio è al 30). Dei 627 posti letto totali 320 sono destinati ai pazienti Covid e di questi 279 sono occupati. La situazione è più o meno la stessa nelle tre Aree Vaste. Nella Asl centro in particolare i posti di terapia intensiva occupati sono 91 su 98.

Commenta

Video per giorno

Aprile: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate