TESTA INCASTRATA NELLO SPIONCINO DELLA CELLA MUORE DETENUTO

Firenze Maria Teresa Rabotti 2 Settembre 2021 68 Nessun commento

image

E’ morto ieri sera un detenuto nel carcere di Sollicciano. Si tratta di un uomo tunisino di 43 anni, morto nella sezione transito – isolamento. Secondo quanto ricostruito, il detenuto sarebbe deceduto dopo aver infilato la testa tra le sbarre per guardare nel corridoio, più precisamente nello spioncino che serve per il passaggio del cibo. La testa dell’uomo si sarebbe incastrata e, andato nel panico, sarebbe svenuto, dopodichè il suo cuore ha cessato di battere. Gli agenti della sezione erano impegnati con altri reclusi e non si sarebbero accorti subito del fatto. Una volta che si sono accorti di lui, a nulla sarebbero valsi i tentativi di rianimazione degli agenti e del medico.
La notizia dal Segretario Generale Regionale della UIL-PA Polizia Penitenziaria Eleuterio Grieco. “Le circostanze della morte non le conosciamo, ma rimane il fatto che ieri sera a Sollicciano oltre alla morte del detenuto altro detenuto ha abbattuto nuovamente i muri della cella, per cui anche questo fatto pone sempre dio più l’accento su di una struttura alquanto fragile”. E poi: “Condividiamo le parole del Sindaco Nardella circa la necessità di riedificare un nuovo carcere, perché Firenze Sollicciano è una struttura non più funzionale alla gestione della detenzione, giuridicamente e costituzionalmente per cui qualsiasi progetto che si voglia fare impatterà sempre con il luogo che è inadeguato alla sua primaria funzione”.

Commenta

Video per giorno

Settembre: 2021
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate