TEXPRINT, IN QUATTROCENTO MANIFESTANO A FIANCO DI SI COBAS

Prato Alessandra Agrati 24 Aprile 2021 63 Nessun commento

image

Quattrocento persone provenienti da tutta Italia hanno manifestato oggi, 24 aprile, in piazza delle Carceri a fianco del sindacato Si Cobas e dei lavoratori delle Texprint, in sciopero da tre mesi, per chiedere il rispetto del contratto e la fine di un sistema di sfruttamento del lavoro in tutta la filiera della moda.
“Continueremo con i picchetti, il blocco delle merci e gli scioperi davanti ai cancelli della Texprint perchè abbiamo preso il testimone di tanti operai che da oltre 100 anni lottano per lavorare 8 ore al giorno per cinque giorni, e per avere il riconoscimento dei loro diritto e il rispetto della loro dignità. Multe e denunce non ci fermano e non ci spaventano. La nostra lotta non riguarda solo la Texprint , ma tutto il sistema della moda”.
Queste le parole di Sarah Caudiero, referente Si Cobas Prato, pronunciate dalla cima della scalinata di Piazza delle Carceri in apertura della manifestazione a sostegno dei lavoratori della Texprint. A Prato sono arrivati 13 pullman di delegazioni Si Cobas provenienti da tutta Italia, in piazza anche una rappresentanza delle Rsu della Piaggio “Per solidarietà verso i lavoratori e per ribadire che non si può tornare indietro, come invece sembra accadere” e una rappresentanza del Fronte della gioventù comunista ” Questo è il preludio di quanto ci aspetta con la revoca dello sblocco dei licenziamenti – ha spiegato il segretario Lorenzo Lang – resteremo a fianco dei lavoratori della Texprint fino a quando non saranno riassunti e vinceranno la battaglia”. Bandiere anche di Potere al popolo, Rifondazione comunista.E proprio per sostenere i 13 lavoratori a cui è stata consegnata la lettera di licenziamento, in piazza è stata anche promossa una raccolta fondi che si va a unire ai contributi raccolti in questi mesi.
Grande lo spiegamento di forze in tutta l’area intorno al Castello; polizia, carabinieri, guardia di finanza, associazione dei carabinieri e polizia municipale sono stati impegnati per tutto il pomeriggio.
Intanto in un comunicato la Texprint ribadisce che “Le affermazioni sulla durata del lavoro di 12 ore per 7 giorni sono false, calunniose e pretestuose. Per la maggior parte dell’anno la fabbrica è chiusa nel fine settimana e il lavoro nei weekend viene effettuato (per poche ore) soltanto durante poche settimane a stagione ed è sempre regolarmente retribuito come straordinario. I dipendenti lavorano già 5 giorni per 8 ore e godono delle ferie, dei permessi e delle tutele di legge in caso di malattia, nel pieno rispetto della normativa di legge e contrattuale”. Secca la risposta di Luca Toscano sindacalista di Si Cobas: “Non ci aspettiamo che l’azienda ammetta quello che è un segreto di Pulcinella non solo per lei ma per tutto il distretto: spesso si lavorano 12 ore al giorno e questo non lo diciamo solo noi, ma anche l’ispettorato del lavoro “.

Commenta

Video per giorno

Maggio: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate