VACCINAZIONI, PRATO A CACCIA DEL TERZO HUB

Prato Eleonora Barbieri 14 Maggio 2021 143 Nessun commento

image

A una settimana di distanza dall’apertura del Pellegrinaio Nuovo, Prato è già a caccia di un luogo adeguato per ospitare il terzo centro vaccinale della provincia, il quarto se si considera anche l’ala sud del Santo Stefano dove sono in corso le somministrazioni per i fragili. Comune e società della salute hanno visitato palestre, circoli, alcuni spazi del volontariato e anche il palazzetto dello sport a Maliseti, ma l’Asl richiede parametri ben precisi sugli spazi, gli accessi e sui bagni che devono essere verificati. Il Pellegrinaio Nuovo, è passato avanti a tutte le altre ipotesi proprio perchè essendo una struttura Asl non necessitava di alcun adeguamento interno ed era pronta all’utilizzo. C’è ancora tempo per guardarsi intorno e valutare le varie opzioni, ma l’obiettivo è essere pronti per quando arriveranno i tanto attesi e annunciati quantitativi massicci di vaccini. Il ritmo sta salendo giorno dopo giorno. Con domani, quando saranno aperte le agende per i nati nel 1970 e nel 1971, l’intera fascia anagrafica degli over 50 sarà a pieno regime. Dalla prossima settimana si parte con gli over 40. Nel solo comune di Prato sono interessati alla prima fascia quasi 33mila cittadini e 29.700 alla seconda. Oltre 60mila persone quindi, a fronte di due hub vaccinali che a pieno regime possono arrivare solo a poco più di duemila somministrazioni al giorno. In particolare dall’11 febbraio al 13 maggio scorso all’ex Creaf le dosi inoculate sono state 27.290 con una media, quindi, di 9mila al mese e 300 al giorno. Poche, soprattutto rispetto a un territorio provinciale di oltre 200mila abitanti, ma d’altronde fino a poco tempo fa le dosi arrivavano con il contagocce. Che la situazione, da questo punto di vista, sia migliorata lo dimostrano i dati di maggio. Dal 1° al 13 maggio al Creaf sono state somministrate 9.588 dosi, circa 730 al giorno. Al Pellegrinaio, dal 6 maggio, giorno dell’apertura, al 13 maggio le dosi sono state 4.984, 623 al giorno in media. Certo, l’Asl lavora in rete e i pratesi possono prenotare anche nelle città vicine, Firenze e Pistoia in primis, così come gli abitanti di queste due città fanno con Prato, ma è innegabile che le strutture vaccinali pratesi sono sottodimensionate rispetto ai bisogni del territorio. Sommando le dosi inoculate nei due hub pratesi si arriva a un totale di 32.274, pari a circa un sesto di tutta la rete dell’Asl Toscana Centro che al 13 maggio è pari a 205.520 dosi. Una proporzione che non rispetta il rapporto con la popolazione. Con l’aumento delle dosi il divario sarà ancora più ampio senza un potenziamento delle strutture vaccinali.

Commenta

Video per giorno

Giugno: 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate