VACCINO SUPERFRAGILI, RABBIA PER LA PRENOTAZIONE-LOTTERIA

Prato Claudio Vannacci 24 Marzo 2021 92 Nessun commento

image

E’ stata una vera e propria corsa ad ostacoli, per molti anche senza lieto fine, quella dei tanti pratesi che rientrano nella categoria degli estremamente fragili e che ieri sera hanno cercato di prenotarsi per il vaccino sulla piattaforma regionale. A disposizione c’erano 15mila dosi di vaccino Moderna, quello riservato alla categoria che ad ieri aveva appena 12mila vaccinati in tutta la Toscana. Ma il sito della Regione è stato letteralmente preso d’assalto, con il risultato che per molti la prenotazione si è rivelata un’odissea. Del resto si calcola che siano almeno 65mila gli estremamente fragili in regione e, probabilmente, tutti ieri sera alle 19 all’apertura delle prenotazioni hanno cercato di accaparrarsi una delle dosi disponibili.
E’ il caso ad esempio di Sabrina, una nostra lettrice: “E’ una procedura assurda – dice -. Siamo una categoria a grosso rischio e tutti aspettavamo il vaccino come manna dal cielo. Risultato: in tanti si sono collegati in simultanea e alla fine non funzionava nulla. Tutto bloccato. Ma non si poteva, visto i pochi vaccini e la numerosa utenza, prevedere uno scaglionamento per patologia? Ma cosa era: un gratta e vinci? Già le nostre patologie ci costringono a vivere nel dolore e nella paura del Covid. Dobbiamo sentirsi beffati anche da chi ci amministra? Chi è stato convocato fino ad ora con che criterio è stato scelto? Random? E poi per alcune categorie di malati perché si scrive solo al momento di prendere l’appuntamento, e non prima che dovevamo sentire il reparto? Il mio reparto, per esempio, non ha saputo inizialmente dirmi niente sulla vaccinazione, se non rispondere ad una mail che era stato aperto il portale. Ed è un reparto dove siamo tutti schedati!”.
Stessa situazione per Francesco, un altro nostro lettore: “Sono una persona sottoposta a terapia immunosoppressiva e quindi rientrante nelle categorie a rischio per le quali si era aperta la possibilità di prenotare la vaccinazione – dice -. La ricostruzione è la seguente: giorno 4 marzo sul portale della Regione appare l’indicazione che le persone che rientrano nell’elenco delle categorie a rischio (come indicato nel piano vaccinale nazionale) saranno contattate quanto prima dalle Asl che le hanno in carico per la vaccinazione. Il 15 marzo la dicitura sul sito cambia e si richiede una preadesione alle persone di cui sopra, che, si ripete di nuovo, saranno poi contattate dalle Asl che le hanno in carico. Ieri alle 18.30 ricevo un sms dalla Regione, contenente un codice, dove mi si indica di prenotarmi a partire dalle 19 sul portale dedicato. Ho speso un’ora intera sul portale (dalle 19 alle 20) e sono riuscito quattro volte ad arrivare in fondo, dopo innumerevoli tentativi, alla pagina di “conferma prenotazione”, salvo poi veder apparire il banner “Si è verificato un problema, ma non dipende da te” e vedermi rigettare la richiesta. Ho provato su tutte le province toscane, ma le dosi sono esaurite. Questa situazione non è frustrante, è semplicemente vergognosa: si è letteralmente giocato sulla pelle delle persone fragili dando il via a un “chi prima arriva meglio alloggia” che non ha nessun senso di esistere”.
Intanto sono riaperte in Toscana, da oggi mercoledì 24 marzo, le prenotazioni con il vaccino AstraZeneca per i cittadini nati dal 1941 al 1944 (che non hanno ancora compiuto 80 anni), forze armate e forze dell’ordine, personale scolastico e universitario docente e non docente, purché in servizio. Le prenotazioni saranno possibili fino all’esaurimento dei posti disponibili (a ciascun posto corrisponde una dose di vaccino). Per collegarsi, portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home.

Commenta

Video per giorno

Aprile: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate