VEGETAZIONE INCOLTA DIVENTA NASCONDIGLIO PER LA DROGA

Prato Alessandra Agrati 2 Luglio 2021 25 Nessun commento

image

l tratto finale di via Abba, in zona la Pietà, assomiglia sempre di più a una giungla con le piante e gli arbusti che crescono in modo incontrollato diventando anche un ottimo nascondiglio per gli spacciatori frequentatori della vicina stazione.
I residenti, in particolare quelli del civico 69, chiedono all’ amministrazione di potare le piante, estirpare quelle infestanti e poi di assegnare ai residenti la cura della striscia di terra che corre lungo la ferrovia. “Tutto è iniziato nell’agosto di otto anni fa – spiegano gli abitanti – quando al ritorno dalle vacanze abbiamo trovato i cipressi e gli altri alberi tagliati, da allora nessuno si è più preso cura di questo spazio verde, che in realtà è in parte di competenze delle ferrovie e in parte dell’amministrazione. Venticinque anni fa quando sono state costruite le case la striscia di terreno era tenuta bene, e costantemente venivano potate le piante”.
Gli ailanti, piante molte invasive che crescono rapidamente, ormai hanno creato un fitto muro lungo la massicciata, arrivando a toccare quasi i fili dell’alta tensione. Nella parte bassa, invece, la vitalba e l’edera hanno ormai avviluppato le poche piante che sono rimaste, mentre erbacce di ogni sorta crescono diventando il nascondiglio perfetto per lo spaccio e l’abbandono dei rifiuti. “Anche domenica scorsa – continuano gli abitanti – i carabinieri hanno perquisito una parte della folta vegetazione. La zona sta diventando sempre più pericolosa anche per questo chiediamo un intervento risolutivo in modo da ristabilire un certo ordine poi , magari con l’aiuto di qualche associazione, siamo disposti a prenderci noi cura di piante e fiori”. In realtà un pensionato del palazzo già lo fa, e ha cercato di ricavare tra il groviglio di vegetazione un piccolo spazio per fiori e piantine, ma è una battaglia persa. “Non possiamo arrampicarci sulla massicciata e tagliare gli alberi, inoltre coperta dalle piante c’è anche una fogna a cielo aperto, visto che lungo la strada scorre una gora, che non viene mai ripulita e attira topi e altri animali pericolosi”.
Gli abitanti lamentano anche difficoltà per parcheggiare visto che la vegetazione ha invaso parte della strada.
E sempre lungo la ferrovia, ma stavolta a Chiesanuova, i residenti lamentano come il piazzale di via Lippini sia diventato una sorta di discarica a cielo aperto, con rifiuti di ogni tipo abbandonati in strada.
“Abbiamo segnalato a tutti il problema – dice uno dei residenti – ma nessuno fa niente. Inatnto noi ci troviamo con i topi da tutte le parti. E’ uno scaricabarile: Alia dice che il Comune deve mettere le telecamere, il Comune dice che ci deve pensare Alia. Intanto noi siamo costretti a convivere con questo degrado”.

Commenta

Video per giorno

Settembre: 2021
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate