VESCOVO PISTOIA: LUANA QUI A NOME DI TUTTE MORTI BIANCHE

Pistoia Chiara Valentini 10 Maggio 2021 138 Nessun commento

image

Palloncini bianchi si alzano in cielo con un fragoroso applauso per salutare Luana D’Orazio, la giovane 22enne morta lunedì scorso schiacciata da un orditoio di una azienda tessile di Montemurlo. Solo 110 persone possono entrare nella chiesa di Agliana dove si svolgono i funerali, proprio davanti alla vecchia scuola di Luana. Ma almeno 300 sono fuori sotto il sole. Accanto alla famiglia e agli amici ci sono le istituzioni, c’è Monica Guerritore venuta ad omaggiare il sogno che Luana aveva di fare l’attrice e che aveva messo da parte per lavorare e occuparsi del figlio di 5 anni (verso il quale è partita una gara di solidarietà che ha già raccolto oltre 120mila euro). Ci sono, soprattutto, le parole che il vescovo di Pistoia pronuncia durante l’omelia. “E’ una lunga, lunghissima litania quella dei morti sul lavoro. – sottolinea  monsignor Fausto Tardelli – Due, tre vittime al giorno. Qualcosa di inaudito. Di inaccettabile”. Le cose “devono cambiare. E’ inutile girarci intorno. Se il lavoro non e’ dignitoso, rispettoso della dignita’ della persona umana, se non e’ libero, creativo, partecipativo e solidale e adeguatamente remunerato, la societa’ non e’ buona – ha proseguito il vescovo – Soprattutto se ancora oggi, nel 2021, si muore sul lavoro con la frequenza che registriamo, proprio no: qualcosa non va, molto non va”. Luana è stata tumulata nel cimitero di Agliana dove viveva con il figlio, i genitori e il fratello

Commenta

Video per giorno

Agosto: 2021
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate