VIENE CONDANNATO IN APPELLO MA È MORTO

Patrizio Ceccarelli 20 Dicembre 2019 93 Nessun commento

image

E’ stato condannato con una pena più alta rispetto a quella decisa in primo grado ma nei sette anni durante i quali si è svolto il processo d’appello l’imputato è morto. A raccontare la storia il quotidiano ’La Nazione’. Secondo quanto riportato l’avvocato avrebbe saputo del decesso solo quando la sentenza era già stata pronunciata. La storia ha inizio nel 2010 quanto un 53enne di Sesto Fiorentino (Firenze) viene indagato per peculato: da amministratore di fatto di un’agenzia di pratiche auto avrebbe trattenuto i soldi dei bolli che invece andavano versati all’Aci. Nel 2012, in abbreviato, fu condannato a un anno e quattro mesi. La condanna però fu impugnata sia dal difensore del 53enne che dalla procura generale: quest’ultima riteneva troppo bassa la pena.

Commenta

Video per giorno

aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Newsletter

Rimani sempre in contatto con noi

Informazioni

Sede operativa: Via del Biancospino, 29/b
CAP: 50013 Campi Bisenzio (FI)
Tel 055 894601 - Fax 055 8946086
Modulo di contatto

Translate